Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Il consiglio comunale è contro la soppressione dei treni

,
738 1

La seduta del Consiglio Comunale si apre con il congedo di Francesco Muraca dal ruolo di Presidente. Dopo aver ringraziato tutti quelli che lo hanno supportato in questo periodo, il rappresentante democratico  sottolinea la sua coerenza politica, di certo non volta al mantenimento della poltrona “mi son dimesso quando vi e’ stato l ‘accorpamento dell asl, cosi come ho dato la mia disponibilità a dimettermi come consigliere comunale,’ con la mia sedicesima firma, per agevolare il passaggio del bilancio a dicembre”. Muraca, nel concludere il suo discorso, si dice favorevole alla continuazione dell’Amministrazione piuttosto che all’arrivo dei commissari.

Il Sindaco Gianni Speranza, dopo aver ringraziato Muraca, passa ad illustrare l’esito dell’incontro avuto con il Sindaco di Catanzaro e i consiglieri regionali esponenti di questa provincia in merito al problema dei trasporti su strada ferrata “l’incontro si è tenuto nel momento in cui c’era la notizia della soppressione dei treni tra Catanzaro e Lamezia” precisa il primo cittadino” la giunta regionale ha comunicato ad Abramo che avrebbe risolto il problema in sede di assestamento di bilancio con una copertura di 30 milioni” Speranza, però, evidenzia come il problema non è del tutto risolto in quanto “con questi fondi c’è sempre una diminuzione dei treni ed in ogni caso la copertura è fino alla fine di settembre”. I Sindaci delle due città interessate hanno chiesto un incontro congiunto con la Regione per affrontare insieme il problema. Ad Ottobre, infatti, ci sarà la campagna elettorale regionale in atto e non ci potrà essere nessun interlocutore con il quale cercare una risposta concreta al problema. Il Sindaco di Lamezia ha ripercorso la vicenda degli 80 milioni del 2009 stanziati attraverso l’accordo quadro sfumati, secondo Speranza, sia perchè il governo ha deviato i Fondi Fas sulle quote latte, sia perchè vi è stato un accordo, a firma Stasi Presidente del Consiglio Monti, in cui si è stabilito di fatto un definanziamento del progetto. “Dobbiamo pretendere che nei prossimi POR,  ecco il motivo serio per cui dobbiamo rimanere tutti e difendere la città, ci sia il finanziamento che porta all’ammodernamento dell’attuale tratta ferroviaria” conclude Speranza “senza che vi sia la possibilità per chiunque venga dopo di togliere via questi soldi”

In aula presente anche il Consigliere regionale Magno che evidenzia i problemi esistenti con Ferrovie dello Stato ” gli 80 milioni sono venuti meno anche perchè le Ferrovie dello Stato non hanno presentato un progetto di ammodernamento della linea” L’esponente di Forza Italia poi muove le critiche al Sindaco “in questi anni quali contatti ha avuto l’Amministrazione con Ferrovie dello Stato? Non è che ci riduciamo sempre all’ultimo minuto e diamo sempre la colpa  agli altri? ” Il consigliere regionale si prende anche le sue responsabilità in qualità di classe dirigente che non ha saputo e non sa programmare  le possibilità di trasporto offre la piana di Lamezia Terme. “Solo nell’ultimo incontro siam riusciti a far comprendere ad Abramo che l’ammodernamento della linea attuale è l’unica soluzione economicamente sostenibile” afferma Magno che passa ad illustrare poi l HuB di Lamezia Terme, sua proposta inserita nel piano dei trasporti regionale.

La partita inizia e si decide cosi di contingentare a 5 minuti gli interventi dei 7 consiglieri comunali che hanno chiesto di parlare. C’è chi per potersi andare a vedere la partita invoca invano il numero legale che si mantiene fino alla approvazione di un ordine del giorno in cui il Consiglio Comunale di Lamezia Terme esprime tutta la sua contrarietà per la soppressione dei trasporti sulla linea ferrata tra Catanzaro e Lamezia Terme. Alla fine, all’ultimo appello rispondono solo in 3, Il presidente Ruberto, Nicola Mastroianni ed il Sindaco Speranza che, in occasione del suo onomastico, ha offerto pasticcini ai presenti.