Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Il Filadelfia stende le caparbie ferpine

404 0

FILADELFIA CUP – FER. PI. VOLLEY 3 – 0 (25/13 25/16 25/16)

Arbitro: 1° Donato E., 2° Cugnetto G.

FILADELFIA CUP: 1 Caruso C., 5 Destito A., 6 Ceravolo V., 7 Bartucca V., 11 Ruberto C., 12 Anello S., 15 Caruso N., 17 Marino D., 26 Palmieri C., 23 Scrivo G., 99 (libero) Mastrandrea – Allenatore Caruso R.

FER.PI. VOLLEY: 1 Nicotera C., 2 Graziano I., 7 Saturno L., 8 Caparello D., Caparello F., 21 Talarico C. – Allenatore Mazza Giovanna

Continua la serie negativa della Fer. Pi. Volley e non tanto per la sconfitta finale in quel di Filadelfia quanto per come, la squadra del presidente Torchia, si è presentata in campo priva di una palleggiatrice di ruolo e priva anche del secondo centrale oltre alle altre defezioni di coloro che hanno assistito a diverse partite dalla panchina e quindi le naturali sostitute.

Il sestetto messo in campo da mister Mazza, a causa appunto delle defezioni dell’ultima ora a causa di attacchi influenzali, nel complesso ha offerto una buona prova considerando la forza delle avversarie oltre che ha dovuto adattare a palleggiatrice il centrale di turno in prima linea e di banda una ragazza under al suo debutto in assoluto in prima squadra. Nonostante ciò le ferpine si sono ben difese offrendo una prova sopra le righe anche se con i dovuti limiti in quanto se togli dall’attacco il centrale deve per forza di cosa attaccare la banda e quindi manchi di imprevedibilità e forza d’urto ed ala fine ti manca sempre qualcosa negli attacchi.

Eppure i presupposti per offrire oltre alla prestazione anche un risultato positivo c’erano tutti visto che in settimana era rientrata in squadra Denise Caparello e quindi una freccia in più nell’arco della Fer. Pi.  e considerando il lungo periodo di inattività e la prestazione messa in campo dalla Caparello si poteva ottenere veramente un buon risultato ma con l’ organico al completo.

Ora la pausa di campionato arriva nel momento giusto per far sì che l’organico possa ricompattarsi ed alla ripresa cercare quelle vittorie necessarie per la classifica.

A termine dell’incontro, il mister Mazza, afferma:

Giovanna Mazza

Arrivavamo a questa partita con l’organico ridotto per le assenze di alcune titolari messe ko dal virus influenzale. Questo non ci ha permesso di mettere in atto quello che avevamo preparato in settimana negli allenamenti in funzione della partita anche perché le assenze si sono rivelate tali nella mattinata di oggi e non avevamo più il tempo necessario a prepararci per l’incontro. Abbiamo offerto nel complesso una buona prova, mettendo, in alcuni frangenti, in difficoltà le avversarie che sapevamo ben determinate e tecnicamente valide. Però, se a qualsiasi avversario, regali tre titolari sfido chiunque a fare una prova tale da impensierire l’avversario, noi siamo state brave e trovare le giuste motivazioni alla partita ma siamo state impossibilitate ad essere incisive per i ruoli che ho dovuto cambiare ad alcune delle mie atlete e nonostante tutto hanno ben tenuto nel corso della partita. Di sicuro non potevo chiedere niente di particolare alle mie centrali che si sono sacrificate nel ruolo di alzatrice ma le ho perse in quelle di attaccanti. La situazione che si è venuta a creare quest’oggi è in continuazione della scia dell’intera stagione che, per due partite consecutive, non ho avuto l’opportunità di schierare le stessa formazione mantenendo i ruoli reali delle mie atlete.