Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Il freddo di San Giovanni in Fiore porta male alla Ferpi

,
605 0

Q8 SPINA VOLLEY SGF – Fer. Pi. BANCA MEDIOLANUM 3 – 1 (17/25 25/22 25/16 31/29)

1° Arbitro: Ruggiero Rosario di Cutro

Q8 SPINA VOLLEY SGF: 2 Barile M., 29 Belcastro A., 14 Curia R., 9 De Luca G.P., 16 Mararita T., 18 Marra G., 1 Pepe F., 10 Straface M., 4 Talarico F., 8 Talerico G., 17 (1 libero) Greco F., 21 (2 libero) Migliarese A. – Allenatore: Cocchiero S.

Fer. Pi. Banca Mediolanum: 1 (2 libero) Nicotera C., 2 Barberino V., 4 De Vito C., 6 Medici R., 7 Saturno L., 8 Perri I., 9 (1 libero) Torcasio T., 12 Fazio S., 20 Talarico C. – Allenatore: Giovanna Mazza

Nel freddo palazzetto di San Giovanni in Fiore, ci pensano le due squadre, la Q8 Volley e la Fer. Pi. Banca Mediolanum, ad alzare la temperatura dando vita ad un incontro appassionante e di buon valore tecnico.

Nel primo set parte bene la Fer. Pi. Banca Mediolanum mettendo in difficoltà la squadra di casa con delle ottime giocate ed una prestazione puntigliosa e determinata tant’è che la squadra del presidente Attelitano non riesce ad impensierire Saturno e compagne che riescono a mantenere il margine di vantaggio di punti necessario per chiudere agevolmente il set a proprio favore (25/17). Anche il secondo set parte bene per la squadra ospite che ottiene un break di 6 punti (9/3) che costringe l’allenatore avversario a buttare nella mischia l’esperta Pepe per arginare le giocate delle ferpine ed alla lunga la sostituzione porta bene in quanto riescono a colmare il gap di punti e chiudono il set a proprio favore (25/22).

Nel terzo set dopo i primi scambi in equilibrio (6/6) Saturno e compagne iniziano a staccare la spina del gioco con delle giocate non più incisive e la Q8 ne approfitta prendendo un buon margine di vantaggio che mantiene fino alla fine del set (25/16).

Nel quarto set Saturno e compagne riprendono il ritmo della partita e ben oltre metà set riescono ad essere in vantaggio rispetto alle avversarie portandosi prima sul 20/16 e poi sul 24/21 ma mancano della lucidità e determinazione necessaria per chiudere il set a proprio favore e favoriscono la squadra avversaria che si porta sul 24 pari e da qui in avanti si va punto su punto ed il set si chiude 31/29 a favore della squadra di casa che si aggiudica anche l’incontro.

L’incontro di oggi ha dimostrato da una parte che la squadra di casa ha un buon ferpi pallavoloorganico ben messo in campo con un’ottima tecnica e dall’altra che la squadra di mister Mazza ha rispecchiato l’andamento di tutto il campionato fin qui disputato e cioè che manca della necessaria lucidità e determinazione nel chiudere i parziali a proprio favore dimostrando spesso di non essere inferiore alle avversarie. Nella partita di oggi si sono viste delle ottime cose da parte di Saturno e compagne ma a “macchia di leopardo” nel senso che spesso la buona giocata di una compagna non era assecondata e quindi, nei quattro set giocati, si sono viste buone giocate individuali dove tutte nel complesso hanno dato il proprio contributo ma non coadiuvato al momento delle altre.

A termine della partita il mister Mazza, contrariata per il risultato finale, afferma: visto come ci siamo preparati durante la settimana alla partita quella disputata oggi complessivamente è stata buona, ma ancora una volta l’incontro ha dimostrato che se durante la settimana si saltano gli allenamenti, anche per motivi di salute contingenti, poi in partita specialmente come questa dove l’attenzione ed il ritmo sono alti alla fine si paga il prezzo dovuto e quindi anche oggi siamo qui a recriminare per il risultato che poteva essere. Eppure ripeto complessivamente abbiamo fornito una buona prova avendo di fronte un’ottima squadra, la posizione in classifica lo dimostra, ma ci è mancata la lucidità necessaria a chiudere il set e questo ripeto se non ti alleni nel modo giusto alla fine lo paghi. Alla fine resta solo la recriminazione che, almeno il quarto set, potevamo chiuderlo a nostro favore e non siamo riuscite a concretizzare il lavoro fatto in partita e quindi alla fine potevamo uscire dal palazzetto con qualche punto in più in classifica.