Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Il gioco del calcio si potrà salvare solo con la moviola in campo

La Lega Calcio non può più tergiversare sulla delicata questione
802 1

Trascorsi un paio di giorni dall’accaduto, mi si permetta che- quale responsabile di questa testata giornalistica- mi inserisca anch’io nell’acceso e spesso fuorviante dibattito sugli episodi di Juve – Roma.

Innanzitutto premetto che quasi tutti e tre i gol erano certamente viziati per come sono stati originati.

L’arbitro avrebbe fatto bene ad annullarli; ma, avendo già preso un grosso abbaglio sul calcio di rigore pro Juve, non se l’è sentito di fare proprio il duro e l’onesto con gli altri episodi controversi.

arbitro

L’arbitro: è normale quando sbaglia, non lo è quando c’è la malafede

Ed allora, nasce proprio dal primo errore la maledizione di una partita sfuggitagli di mano e che certamente solo la Juventus avrebbe potuto raddrizzarla, realizzando un’altra sua già prestigiosa collana di storia sportiva, dichiarando all’arbitro che in effetti aveva preso un grosso abbaglio e, quindi, chiedendo l’annullamento del penalty. Ne sarebbe nata una partita da scrivere negli annali del calcio internazionale e, molto probabilmente, avrebbe anche vinto la partita, avendo dimostrato di essere più cinica della Roma nelle conclusioni a rete.

Effettivamente disconosco se tale gesto sarebbe potuto essere accolto dal direttore di gara senza creare altri “casini”; ma credo proprio di si.

La Juve ha perso la grande occasione per essere ancor più considerata la “grande signora” del calcio nazionale ed internazionale, e per non aver impedito ai romanisti, ed a tutti gli anti juventini in generale, di essere insultata oltre ogni limite ed oltre ogni indecenza.

Ma ormai il fatto …è fatto! È solo ora consigliabile abbassare di molto i toni dall’una e dall’altra parte ed insistere, invece, perché la Lega Calcio si decida una buona volta per sempre a piazzare le moviole in campo per i fermi immagine in casi di dubbi.

Non è vero, come ha scritto qualcuno, che con l’uso della moviola si andrebbe a spezzare il ritmo dell’incontro. Scusate: ma non si fa così con la pallavolo?

Andare avanti invece per come stanno le cose significherebbe avvelenare ancor di più il clima e permettere che di domenica in domenica uno stadio qualsiasi possa trasformarsi in un campo di vera e propria guerra civile.

Forza e coraggio. Si sospenda, se del caso, anche il campionato per qualche domenica; ma sia abbia la pazienza, e poi la garanzia, di avere le moviole in campo e non essere assoggettati alla incompetenza e agli errori di un direttore di gara che voglia scoprire in una domenica balorda l’ebbrezza di sentirsi al centro dell’ombelico del mondo!

  • Assolutamente contrario!. Non c’è bisogno di tecnologia, c’è bisogno di persone oneste. Purtroppo basta vedere quello che è successo ieri. L’UEFA squalifica Tavecchio ma lui continua a fare il presidente della FIGC. La Moviola è solo una scusa per giustificare le loro mancanze. Ma forse vi siete scordati che truccavano la supermoviola del processo di Biscardi?