Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Inaugurato punto d’incontro Cristiano Sindaco a Sambiase

Il giro attraverso i quartieri prosegue intanto,densamente
332 0
Inaugurato punto d’incontro Cristiano Sindaco a Sambiase

Riceviamo e pubblichiamo

Per come promesso abbiamo inaugurato il punto d’incontro Massimo Cristiano Sindaco  a Sambiase, dove abbiamo una consistente pattuglia di candidati. Siamo particolarmente legati a questa parte di città, completamente abbandonata dalle varie amministrazioni che si sono susseguite. Abbiamo due tipi di sondaggi: quelli ufficiali che ci danno abbondantemente al ballottaggio e quelli popolari che ci danno come vincenti, semplicemente perché siamo gente del popolo che parla un linguaggio semplice. Siamo gente del fare e lo abbiamo sempre dimostrato. Qui a Sambiase in tempi non sospetti nel 2018, da semplici cittadini, abbiamo salvato la storica fiera di San Biagio, quando nessuno ha speso una parola. Apriremo il bocciodromo G. Renda, ovvero punto di ritrovo sociale per anziani e sopratutto ripristineremo la storica Fiera Agricola.  Stiamo girando la città palmo a palmo, ed è impensabile pensare che la città di Lamezia abbia un Sindaco che non conosca tutte le realtà esistenti; basta con i Sindaci chiusi nelle stanze, serve un Sindaco del popolo. Oggi la città vive nel degrado, mancano i servizi essenziali per i cittadini, a fronte di tasse onerose; questo è ciò che chiede la gente e questo faremo, una piccola rivoluzione del buon senso e  della normalità. Istituiremo un assessorato per le periferie che oggi soffrono. Basti fare un giro a San Pietro Lametino, Acquafredda, Caronte, Fronti, Gabella, Piano Luppino, Serra Castagna, Zangarona, Fronti, Scina’ , Capizzaglie, Acquadauzano, San Mina, Vetere, non dimenticando anche i centri di Sambiase, Nicastro, San Eufemia che non sono da meno. Dunque burocrazia, lotta al degrado, rifiuti zero, salveremo e rilanceremo la Lamezia Multiservizi. Creeremo una Short list di disoccupati per pulire strade, marciapiedi e giardini, usando 1.500.000 di euro che il comune oggi paga senza nessun controllo, un esercito di persone in ogni quartiere. Per i centri storici avvieremo un progetto di tasse zero e mutuo sociale, per chi intenda aprire un’attività commerciale o vivere  nel centro storico, dove oggi spesso non si parla più l’ italiano. Punteremo sul Turismo per creare ricchezza e posti di  lavoro, piano spiaggia e piano della costa, progetti già pronti. Daremo a tutti la possibilità di investire senza distinzione alcuna. Approveremo il PSC (ex piano regolatore) per dare uno slancio all’ edilizia. Sospenderemo le tasse locali alle famiglie monoreddito che perdono il lavoro. Apriremo le strutture sportive ed il teatro Politeama di Sambiase, con la creazione di una fondazione pubblica per la gestione. Daspo urbano per chi non rispetta le regole.  Premieremo le tante eccellenze lametine, che in ambito sportivo, culturale, sociale danno lustro alla nostra città. Istituiremo l’assessorato alla disabilità. Linguaggio della verità onestà, competenza, passione, ma soprattutto amore per la città, sono le nostre armi. Siamo la vera novità in questa campagna elettorale, il nostro unico padrone è il popolo.

Frattanto I sottoscritti Davide Paonessa e Vittoria Dalife, candidati a consigliere comunale per la lista civica «La Svolta», che sostengono la candidatura a Sindaco di Massimo Cristiano, denunciano il grave stato di abbandono in cui versa Sant’Eufemia Lamezia, abbandonata nel corso degli anni da tutte le amministrazioni che si sono succedute. Sono carenti i servizi essenziali, l’illuminazione e i trasporti. Le pubbliche vie, poi, sono diventate ricettacolo di rifiuti, mentre le sterpaglie invadono sia i marciapiedi (pressoché impercorribili), che le aree verdi tanto, da non poter essere usufruiti in modo particolare dai bambi negli appositi spazi attrezzati. Stesso discorso anche per le località limitrofe quali Bosco Amatello, Contrada Pullo, Viale San Bruno e quelle marittime di Ginepri, Cafarone e Marinella, che — nonostante la nuova arteria stradale — rimangono ancora inaccessibili. Inoltre, per rendere accessibili i cortili delle scuole comunali, molti genitori sono stati costretti a dover provvedere alla pulizia degli stessi a proprie spese, per dare ai loro figli e non solo, la possibilità di avere un luogo più vivibile e verdeggiante.

L’unica istituzione vicina ai cittadini è la Chiesa, la quale grazie all’aiuto del Parroco Don Giuseppe Martinelli, della Parrocchia di San Giovanni Battista, si sta dimostrando attenta nel denunciare il degrado in una zona strategica della città, in cui esistono le più grandi infrastrutture della Calabria quali appunto l’Aeroporto Internazionale, la Stazione Ferroviaria e l’autostrada. Davide Paonessa rimarca:

sono convinto che l’unico progetto serio per ridare dignità a questa parte di città sia quello di votare per Massimo Cristiano. Da sottolineare che il programma del progetto civico, di cui fa parte il sottoscritto, ha come primo punto la lotta al degrado. A tutto ciò si deve dire basta!