Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Incontro Coldiretti Calabria-Personalità politiche, lunedì terrà al Teatro Umberto

L'appuntamento è alle ore 18. Interverranno numerose personalità politiche ed imprenditoriali
679 0

Alla vigilia del Consiglio Regionale, la Coldiretti insiste per l’inserimento all’odg del “Collegato Agricoltura”.

A tal proposito, lunedì prossimo si terrà al Teatro Umberto di Lamezia Terme, il secondo degli incontri territoriali programmati sul tutto il territorio regionale, per discutere con i protagonisti dello sviluppo regionale e gli attori politici regionali, sulla manovre politiche da compiere in sede di Consiglio Regionale (del prossimo 25 giugno) a sostegno del comparto agricolo e del suo indotto occupazionale.

All’incontro hanno assicurato la loro presenza: la senatrice Doris Lo Moro, il sindaco di Lamezia Terme Gianni Speranza, il Consigliere Regionale Mario Magno oltre diversi primi cittadini che per Coldiretti sono interlocutori privilegiati.
Il Presidente di Coldiretti Calabria, Pietro Molinaro, in merito all’incontro commenta:

Se l’occupazione è il problema numero uno in Calabria, l’agricoltura e l’agroalimentare della Piana di Lamezia Terme e del territorio circostante, rappresentano un bacino occupazionale importante che può senza dubbio crescere. Infatti nel lametino, ci sono primarie aziende ortofrutticole, vivaistiche e vitivinicole; diverse e valide cooperative con un sistema produttivo e commerciale avanzato e che sono un fiore all’occhiello dell’economia regionale. Il territorio del lametino poi è sicuramente un polo logistico di straordinaria efficacia a servizio dello sviluppo della Calabria. Tutto questo, entrerà a pieno titolo nei focus di approfondimento che saranno svolti: la nuova PAC e gli aiuti diretti agli agricoltori, il PSR 2014-2020, la connessione con Expo 2015, irrigazione ed attività dei Consorzi di Bonifica, la vendita diretta con le iniziative di “Campagna Amica” che trova nel comprensorio uno dei poli regionali maggiormente interessati e recettivi.