Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Kintsugi – creare.crepare.ricreare

Sabato 21 giugno dalle ore 16.00 presso Palazzo Panariti
848 0

Si tratta di un incontro conclusivo di un evento strutturato in tre tempi dal titolo “Kintsugi – creare.crepare.ricreare” a cura di Silvia Pujia.

Il Kintsugi è la tecnica giapponese che ripara le crepe con l’oro. Si fonda sulla credenza che le ferite abbiano una storia e che per questo non si possano occultare o dissimulare ma vadano conservate e salvaguardate per lasciarne traccia.
Consiste nel ripristino riconoscibile dell’unità originale e nella restituzione, il più fedele possibile della continuità perduta.
In uso da oltre sei secoli, questa tecnica è metafora della vita in quanto comprende in sé integrità e rottura, morte e rinascita. Si può rompere un vaso, si può crepare l’anima, ma in Oriente le ferite sono curate e risanate con la luce dell’oro. L’oro, il metallo più prezioso, è colato nelle lacune per osservarle in tutta la loro evidenza, per valorizzare i vuoti piuttosto che i pieni!

L’evento promosso da Aleph Arte, è un evento introspettivo che si articola in tre tempi che prevede: una prima fase di costruzione (creazione di una ciotola in terracotta), una di distruzione (rottura della stessa) e infine una di ricostruzione (reintegrazione della ciotola con oro).
È l’arte del ricrearsi, nata dalla voglia di rimettere insieme i cocci della propria esistenza.

L’incontro si terrà sabato 21 giugno, alle ore 16.00 presso Palazzo Panariti di Lamezia Terme.
La partecipazione è gratuita con la tessera.