Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

“ La bandiera e il suo popolo “ inizierà ora il suo cammino tra il suo popolo, tra le montagne, le città e il mare dell’antico Regno delle Due Sicilie.

482 0

“LA BANDIERA E IL SUO POPOLO” è una iniziativa scaturita da un’idea di don Luciano Rotolo, Socio Fondatore della Fondazione Francesco II di Borbone.

L’iniziativa vede al centro l’antica e gloriosa bandiera gigliata del Regno delle Due Sicilie che, da alcuni anni, la Fondazione Francesco II di Borbone dona in occasione dell’annuale Convegno di Gaeta, affinché venga solennemente innalzata sugli spalti della fortezza.

Gaeta è il luogo simbolo che vide l’eroica resistenza dei nostri Sovrani, dei nostri soldati e del nostro popolo, tutti uniti contro l’ingiusta invasione e aggressione.

Per questo la bandiera viene prima solennemente benedetta in occasione dell’8 dicembre – festa dell’Immacolato Concepimento di Maria, speciale Patrona del Regno delle Due Sicilie – e poi rispettosamente portata a Gaeta, come segno di onore e di rispetto per i nostri caduti ma, al tempo stesso, come invito all’unità per continuare a proporre i suoi valori e le sue istanze.

Con l’iniziativa “la Bandiera e il suo Popolo” si vuole far precedere l’arrivo della sacra bandiera a Gaeta da un pellegrinaggio attraverso tutte le provincie dell’antico Regno. Un pellegrinaggio che inviti alla riscoperta della nostra identità, dei nostri valori e del nostro glorioso passato; un pellegrinaggio che contribuisca a rendere tutti sempre più fratelli, uniti intorno alla stessa bandiera.

Simbolicamente il pellegrinaggio della Bandiera ha avuto inizio nella giornata del 14 agosto 2018 a Fragneto Monforte (BN), nel corso della commovente commemorazione delle vittime di una delle numerose stragi, compiute dall’esercito piemontese, nel corso della loro guerra di aggressione del 1860 ai danni del pacifico Regno delle Due Sicilie.

La grande bandiera inizierà ora il suo cammino tra il suo popolo, tra le montagne, le città e il mare dell’antico Regno delle Due Sicilie.

Sono tanti i gruppi, i movimenti, le associazioni e i singoli che ne hanno fatto richiesta: è il segno di una riscoperta e di un orgoglio che stanno sempre più emergendo nelle nostre terre e nella nostra gente.

La nostra bandiera sarà a Napoli, in Sicilia, in Calabria, in Abruzzo, in Lucania, in Molise, in Puglia (dove sarà solennemente benedetta il prossimo 8 dicembre) e infine a Gaeta.

L’iniziativa vede la partecipazione e la collaborazione di diverse sigle, legate al mondo delle Due Sicilie e alla promozione dell’evento annuale che si tiene a Gaeta.

Questo pellegrinaggio sia davvero un modo per realizzare le parole che, il nostro caro Re Francesco II, volle pronunciare ai suoi sudditi di ieri ma anche di oggi:

“Vi è un rimedio per questi mali, per le calamità più grandi che prevedo. La concordia, la risoluzione, la fede nell’avvenire. Unitevi intorno al trono dei vostri Padri. Che l’oblio copra per sempre gli errori di tutti; che il passato non sia mai pretesto di vendetta, ma pel futuro lezione salutare».

Accogliamo la nostra sacra bandiera e, soprattutto, raccogliamoci intorno a essa.


Sintesi tratta dal sito http://www.fondazionefrancescosecondo.it/