Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

La cena del cuore: una serata conviviale e di festa rivolta ai più bisognosi

S.E. Monsignor Luigi Antonio Cantafora, Antonio Domenico Mastroianni in rappresentanza del Centro Commerciale Due Mari ed il Sindaco di Maida Natale Amantea mandano il loro messaggio di auguri Dal Centro Commerciale di Maida durante la cena del cuore.
312 0

Giovedì 15 dicembre, lungo la galleria del secondo piano del centro, tra mille luci e con sottofondo di dolci musiche, una lunga tavola imperiale ha ospitato oltre 70 persone provenienti dalla mensa Caritas di Lamezia Terme. Il Centro Commerciale Due Mari ha voluto così rivolgere il suo pensiero alle persone meno abbienti che hanno potuto trascorrere una serata piacevole gustando deliziosi piatti preparati da tutti gli operatori della food court. Con la collaborazione di tutti gli operatori, con il supporto di volontari, professionisti e persone che lavorano nel Centro il vero spirito del Natale ha fatto da collante nello svolgimento della Cena. La solidarietà e la carità intesa come donare se stessi agli altri sono state le prerogative che hanno spinto il Centro Commerciale Due Mari a promuovere la cena; queste le parole del dott. Antonio Domenico Mastroianni in rappresentanza del Centro Commerciale Due Mari. Anche il Vescovo, Mons. Luigi Antonio Cantafora, con il suo discorso di pace e fratellanza ha voluto sottolineare l’importanza dell’iniziativa sia dal punto di vista dello stare insieme, quale momento di convivialità, sia dal punto di vista della solidarietà inteso come vicinanza alle persone bisognose. Il Sindaco di Maida invece ha invitato tutti a riflettere sul concetto di accoglienza verso le migliaia di persone che quotidianamente con la speranza di una vita migliore lasciano le terre natie. Tutti infine hanno voluto esprimere i loro auguri ai presenti e mandare un messaggio di comunione e serenità a tutti con particolare riguardo a chi a causa degli eventi sismici di quest’estate si trova costretto a passare delle festività disagiate rispetto alla normalità