Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

La Cisl invita i candidati ad un confronto su lavoro e sviluppo

656 0

L’ormai prossimo appuntamento elettorale rappresenta un evento importantissimo per la Calabria.

Ad affermarlo Paolo Tramonti – Segretario Generale CISL Calabria – secondo il quale mai come in questo momento la nostra Regione è giunta ad uno snodo fondamentale ” una Regione che pur in un quadro di persistente criticità oggi vive sicuramente la sua crisi più profonda. I dati che ciclicamente vengono forniti dagli istituti di statistica relativi agli indici di disoccupazione, inoccupazione, PIL, reddito pro-capite, povertà non costituiscono più una sorpresa tanto evidente è lo stato di regressione in cui vive la Calabria in tutti i settori.Una Regione che, se non si interverrà con urgenza, rischia concretamente di sprofondare in un abisso di povertà e disagio sociale di proporzioni ancora maggiori di quelli attuali, con la componente giovanile ormai letteralmente  in fuga”

Per questi motivi il sindacato chiede uno sforzo comune e straordinario da parte di tutte le componenti istituzionali, politiche, sociali e imprenditoriali per “individuare e mettere in campo programmi e progetti in grado di invertire l’attuale tendenza e rilanciare sul piano economico, produttivo ed occupazionale. In questo contesto l’obiettivo del nuovo Governo Regionale deve essere quello di garantire stabilità istituzionale, assumere immediati provvedimenti, ridare fiducia e speranza ai lavoratori e ai cittadini calabresi in un quadro di massima unitarietà e coesione sociale. La Calabria non ha bisogno di divisioni”

La CISL calabrese invita pertanto i candidati Presidenti della Regione ad un confronto sui due temi centrali, Lavoro e Sviluppo, che secondo il sindacato sono temi “dai quali passa ogni possibilità di ripresa della nostra terra.Su queste basi il compito prioritario per chiunque vincerà le prossime elezioni dovrà essere quello di definire e concertare, sin dai primi giorni della nuova consiliatura, un Piano innovativo e strategico che metta al centro le politiche per la crescita economica, l’occupazione, la formazione, il sociale, il rilancio del tessuto industriale e produttivo, l’utilizzo dei fondi comunitari, in una ottica di valorizzazione dei punti di forza comunque presenti, a partire da Gioia Tauro”