Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

La Sibaritide avrà un nuovo ospedale

,
695 0

E’ stato firmato a Catanzaro il contratto per la realizzazione dell’ospedale della Sibaritide. L’atto è stato siglato al termine dell’incontro con la stampa a palazzo Alemanni a cui hanno preso parte la Presidente f.f. della Regione Antonella Stasi, l’assessore ai lavori pubblici Pino Gentile, il sottosegretario alla Presidenza Giovanni Dima, Danilo La Piana, rappresentante della Tecniss di Catania, azienda aggiudicataria dell’appalto. In totale l’investimento ammonta a circa 143 milioni di euro. I lavori dovranno essere ultimati entro gennaio 2018. Il futuro nosocomio prevede in tutto 334 posti letto di degenza. Per quanto riguarda i servizi di diagnosi e cura il progetto prevede: blocco operatorio 8 sale, blocco parto 3 sale ed 1 sala operatoria, 43 ambulatori di primo e secondo livello, 2 sale di endoscopia e per i servizi di diagnostica per immagini 2 Tac, 4 RX, 1 Mammografia, 1 Ortopantomografo. Così la Presidente Antonella Stasi.

La firma di oggi è un fatto concreto.Da tempo, infatti, si parla dell’ospedale della Sibaritide, ma solo grazie a questa Giunta ed alla determinazione del Presidente Scopelliti, che ringrazio per essere qui oggi in conferenza stampa, è stata impressa una decisiva accelerazione. Finalmente in Calabria per la prima volta, quest’anno, il bilancio della sanità chiuderà con un attivo di 42 milioni di euro, segno di scelte lungimiranti ed anche di sacrifici dei calabresi a causa di gestioni passate allegre.

L’assessore Gentile ha evidenziato che per la Calabria è una giornata storica.

Da quarant’anni non si realizzava un ospedale in Calabria ed in questi anni abbiamo lavorato intensamente per sbloccare una situazione in fase di stallo. La Regione, inoltre, ha individuato le risorse finalizzate a migliorare i collegamenti da e per il nosocomio.

Per il sottosegretario Giovanni Dima

si tratta per l’area della Sibaritide dell’iniziativa più importante dopo la realizzazione del Porto di Corigliano e della centrale Enel di Rossano