Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

La Vigor Lamezia perde la partita e ci va di mezzo anche la propria faccia

Per qualcuno è stata la più brutta partita tra le quindici disputate. Cosa sta succedendo?
658 0

(Nella foto di “Lamezia Live”: capitan Gattari, sfortunato in osccasione dell’autorete)

Se qualcuno avesse espresso il desiderio di attendere con frenesia le grandi sorprese in questa sedicesima di campionato del Girone C di Lega Pro, ebbene: è stato prontamente ed abbondantemente esaudito, almeno per due incontri tra i dieci in programma. Ed in questo segmento ci sta purtroppo la Vigor Lamezia che, nel giorno della invocata risposta positiva come controtendenza ad un suo accenno di declino, va invece a perdere, e non tanto clamorosamente, contro un ben quadrato ma normalissimo Barletta, che ottiene con minimo sforzo il massimo risultato.
Un doppio ko che ha mandato al tappeto la stordita compagine locale di mister Erra, in piena fase di involuzione – in peggio – del suo gioco, nonché della sua nota e pronta reazione in campo ed anche in fatto di tattica e di qualità.
Cosa sta succedendo?
Qualche collega ha scritto che ormai gli avversari conoscono bene le mosse tattiche di Erra e vi pongono rimedio. Se può essere valido un tale assunto, è maggiormente valido il fatto che i biancoverdi stanno avvertendo di troppo il calo nervoso, visto e considerato che – dinnanzi al futuro prossimo – hanno minacciosi avversari che, con un gioco di maggiore tecnica e fantasia, potrebbero veramente farsi risucchiare nelle zone pericolose della classifica.
E’ vero che ancora ci sono otto punti per starsene alla larga; ma le prossime tre gare consecutive di fila potranno effettivamente dire di che pasta è fatti questa finora apprezzata Vigor Lamezia.
C’è anche un mercato calcistico di riparazione che potrebbe assicurare alla Società del Presidente Arpaia quelle pedine che mancano, ad iniziare da un centrocampista che sappia prendere per mano i biancoverdi, infondendo tranquillità e coraggio nel bel mezzo di un campionato che ormai si sta sgranando sempre di più, in vetta come in coda ed al centro, regalando alcune sorprese eclatanti: come la quasi estromissione dai giochi di promozione in B da parte del Catanzaro, anch’esso sconfitto tra le proprie mura amiche e per opera – soprattutto- di una Casertana diretta concorrente in questo sogno.
Staremo a vedere; ma per la tifoseria biancoverde saranno giorni di passione e di paure, alla ricerca di un equilibrio da qualcuno già indicato ed agognato.