Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

“ La violenza sulle donne è da fronteggiare insieme e con ogni mezzo a nostra disposizione

Sculco firma il protocollo rosa Prefettura di Catanzaro
475 0

“La violenza sulle donne è da fronteggiare insieme e con ogni mezzo a nostra disposizione. Il protocollo d’intesa “ Percorso rosa “,  finalizzato alla prevenzione ed al contrasto della violenza sulle donne ed i minori – ha sostenuto la consigliera regionale Flora Sculco che questa mattina, in rappresentanza del Consiglio regionale, ha preso parte nella sala del Tricolore della Prefettura di Catanzaro alla firma del protocollo – è il primo in Calabria nel suo genere, istituito dal Prefetto di Catanzaro Luisa Latella dopo un intenso lavoro coordinato dall’avvocato Elena Morano Cinque, presidente della Commissione Pari Opportunità della Provincia di Catanzaro”.

sculco-flora2

Flora Sculco, consigliere regionale

Ha aggiunto Flora Sculco: “Nessuno può più stringersi nelle spalle, quando si toccano argomenti così delicati.  E ognuno deve fare e fino in fondo il proprio dovere, per arginare fenomeni deplorevoli ed intollerabili. D’altra parte, il primo tratto originale del ‘Percorso rosa’ consiste nell’aver messo in rete per contrastare le violenze su donne e  minori, le forze dell’ordine, le istituzioni giudiziarie, le strutture sanitarie, gli enti locali, la Regione, gli Uffici della Consigliera di Parità,  i Centri e sportelli antiviolenza, gli ordini professionali,  il mondo delle associazioni. Insomma, un insieme di soggetti che dovranno organizzare un circuito di prevenzione atto a impedire ed in ogni caso ad intervenire, tempestivamente e con cognizione di causa, tutte le volte che la violenza si consumerà ai danni di donne e minor e di soggetti particolarmente fragili. Nel complimentarmi con tutti coloro che hanno reso possibile questo importante risultato – ha concluso Sculco – assicuro la mia totale disponibilità a farmi portavoce in Consiglio regionale di ogni esigenza legislativa ed amministrativa, auspicando che il protocollo di Catanzaro possa essere importato anche nelle altre province”.