Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia, Luigi Villella MTL Nuova Lamezia:gravi disservizi presso gli uffici politiche sociali del Comune

,
306 0

È giunta alla nostra segreteria la segnalazione circa l’ennesimo disservizio provocato  dagli uffici delle politiche sociali di c.so Numistrano. Una denuncia, con tanto  di registrazione audio in nostro possesso, in cui la dipendente del front/office nega per la quarta volta ai cittadini un semplice appuntamento per poter presentare le domande di maternità, disabilità ed altre prestazioni che per legge i cittadini devono esibire presso gli uffici delle politiche sociali del Comune.

Premesso che una persona che si reca presso una struttura del genere lo fa perché ha una necessità ma è obbligo del dipendente pubblico essere cortese, parlare in italiano ed essere professionale perché il suo stipendio lo pagano i contribuenti Lametini.

Nel merito, per come evincesi chiaramente dall’audio registrato da un utente, l’ impiegata comunale nega la possibilità di protocollare la richiesta in virtù di ordini ricevuti, da chi non lo dice, di  rinviare a domani le prenotazioni odierne.   Ma dove siamo? in Congo? Un continuo rinvio degli utenti per  prenotare la prenotazione di un appuntamento?Assurdo da film! Ma  chi di credono di essere? Il Dirigente Zucco conosce queste situazioni? Chiediamo immediatamente di avviare un’indagine interna e applicare le sanzioni disciplinari del caso.

Atteggiamenti da censurare  che, purtroppo,visto il vuoto alla guida della  città, hanno preso  il sopravvento negli ultimi mesi. La sig.ra Teresa riferisce che: “15 giorni fa eravamo almeno 13 persone fuori dalla struttura.

A nessuno di noi e’ stato permesso di entrare nella struttura però, mentre aspettavamo, entravano ed uscivano intere famiglie di extracomunitari e di rom. A loro l’ingresso era concesso, a noi invece, no. Un uomo sul ciglio della porta ci ha impedito di entrare dicendo che dovevamo prenotarci, cosa che abbiamo fatto ma oggi subiamo l’ennesimo rinvio. Ci siamo rivolti al Movimento MTL-Nuova Lamezia guidato dal Presidente Massimo Cristiano affinché la nostra vicenda diventi di dominio pubblico perché è veramente assurdo quello a cui stiamo assistendo da oltre 2 mesi, abbiamo figli, anziani da accudire e ci fanno perdere continuamente tempo. Nei fatti viene negata la possibilità di poter presentare una semplice domandina”.

Segretario MTL-Nuova Lamezia
Luigi Villella