Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia, regna confusione nel PD ! non si rispettano le regole di base

ad affermarlo è Giovanna Viola
,
198 0

Prendo atto che non v’è la volontà del partito di consentire la celebrazione dell’assemblea elettiva per il comitato cittadino del PD di Lamezia Terme.

Il responsabile regionale degli enti locali ed il segretario provinciale del PD hanno convenuto sulla necessità martedì 11 settembre 2018, in una pubblica assemblea convocata dai due direttivi di circolo, di dotare il partito dell’organismo cittadino e del suo responsabile fissando la data di domenica 14 ottobre.

Quella data è stata fatta saltare convocando una nuova assemblea entro quindici giorni e cioè domenica 28 ottobre.

Ora annullano pure questa adducendo la necessità di aprire un tesseramento “a tempo” che non ha alcun senso perché a questo tipo di assemblee possono partecipare tutti coloro che sono regolarmente iscritti al partito alla data di convocazione dell’assemblea elettiva.

Si è trattato di artifici per ritardare, così come la nomina di una commissione che avrebbe dovuto fissare i tempi e le modalità per la presentazione di eventuali altre candidature.

 Che non vi sono state.

Quella parte del PD di Lamezia che non ha condiviso la mia candidatura non è riuscita nemmeno ad indicare un candidato, ma ha raggiunto il risultato di boicottare l’assemblea elettiva evitando che si faccia il congresso dove si è sicurissimi di essere in minoranza.

Si ritiene di poter governare il PD di Lamezia dall’esterno con più facilità e per gli obiettivi che più convengono, e, se non bastasse, arriva un commissario, come accaduto nel 2015.

L’impegno continua per affrontare le questioni della sanità, del territorio, dell’aeroporto, delle conseguenze del grande disastro dell’alluvione e per progettare il modo migliore per affrontare un percorso nuovo per il nostro partito nelle tornate elettorali del 2019, ad iniziare dalle elezioni europee.

Mi opporrò alle intromissioni esterne ed a qualunque commissariamento dichiarato o sotto traccia ricordando a tutti gli esiti disastrosi di quel commissariamento che ci impedì di portare a compimento l’impegno e la disponibilità di tanti iscritti e dirigenti in quella campagna elettorale.

Anzi, sono sicura di poter dire che ci opporremo assieme ai tanti iscritti del PD di Lamezia che hanno condiviso la mia candidatura.

Non è in gioco solo la mia persona, ma la decisione di un intero gruppo di democratici di Lamezia che intende l’appartenenza al PD come impegno per la difesa prima di tutto degli interessi della nostra Città.

L’impegno continua a fianco dei segretari e dei direttivi dei due circoli della Città operando sempre per tener ben alti i principi ed i valori che mi hanno visto crescere dentro il PD.