Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia suona La Sveglia 2.0

1.16K 0
Lamezia suona La Sveglia 2.0

Si è presentato ufficialmente ieri ai cittadini di Lamezia, in piazza V Dicembre (già piazza Diaz), il nuovo movimento “La Sveglia 2.0”. La nascita de “La Sveglia 2.0” parte dall’idea di un gruppo eterogeneo di persone, che hanno deciso di mettere insieme le loro diverse esperienze, con l’obiettivo di restituire linfa vitale al centro storico di Sambiase e all’intero territorio di Lamezia Terme.

Simbolo del neonato movimento è una sveglia con all’estremità due torri, storico simbolo di Sambiase. Il “2.0” esprime il desiderio d’innovazione che anima i nostri spiriti

Con queste parole Donatella Pino, presidente del movimento, introduce questa nuova realtà lametina, che avrà come motto una frase del poeta sambiasino Salvatore Borelli: “Parola ditta…còrpu tirátu!”. Lo spirito dell’iniziativa è invece riepilogato con un verso di un altro poeta sambiasino, Franco Costabile: “Avanti, / provateci.” La nuova associazione si propone come un polo sul quale far convergere idee, proposte ed energie. Un luogo dove le persone si confrontano e producono, un’associazione aperta, un laboratorio partecipato che mira a rilanciare il nostro territorio attraverso l’energia e l’impegno delle persone. Il rilancio di Lamezia partendo dai lametini. Punto di riferimento costante saranno le radici, le tradizioni e l’identità della comunità di Sambiase da risvegliare in modo innovativo con una proiezione verso il futuro. Solide fondamenta socioculturali e capacità di guardare lontano prefigurando il proprio futuro, perché il rilancio di un territorio non può e non deve dimenticare le antiche tradizioni. La ricerca dell’entusiasmo dei tempi andati per sopperire alla mancanza d’anima e al conseguente sradicamento dei centri storici. Il target sarà quindi di rendere nuovamente vivibile e produttivo il centro storico, riscoprendo anche gli antichi mestieri – oramai quasi scomparsi – e inserirli in una nuova dimensione produttiva. Sapersi reinventare interiorizzando gli insegnamenti delle tradizioni.

L’attività sarà concepita come un “work in progress”, aperto al contributo della comunità e disponibile a verifiche periodiche, perché per cercare di risolvere i problemi bisognerà prima di tutto comprenderli. Fra le proposte progettuali pensate dall’associazione grande importanza è assunta dall’identità dei luoghi, la volontà sarà di recuperare i siti simbolo di Sambiase partendo dal centro storico: migliorandone la viabilità, restaurando antichi edifici ormai diroccati, e impiantando dei laboratori artigianali, piccole botteghe dove i nostri anziani potranno tramandare alle nuove generazioni i lavori (e, anagrammando, anche i valori) di un tempo. Fra i progetti più imminenti, invece, ruolo prioritario l’ha la figura di Franco Costabile, con il restauro del monumento funebre all’interno del cimitero di Sambiase, e l’indizione di un premio letterario intitolato al poeta ermetico sambiasino, che consenta così anche di conoscer meglio e approfondire la vita e l’opera di uno dei più illustri figli della nostra terra.