Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia Terme -Cumulo assegnazione incarichi dirigenziali- personale in posizione di sovra ordinazione. Denuncia.

1.17K 0

La UIL-FPL manifesta una concreta preoccupazione sulle condizioni generali del Comune di Lamezia Terme, riconducibili, in primo luogo, alla gestione dell’apparato organizzativo e funzionale dei dipendenti e soprattutto dei dirigenti dell’Ente.

A distanza di 58 giorni dall’insediamento di codesta on.le Commissione Straordinaria, e ad oltre un mese dall’incontro avuto dalla stessa con la scrivente O.S., non si ravvisano sostanziali mutamenti che lasciano presagire l‘auspicato buon andamento dell’azione amministrativa.

Anzi, al contrario, la UIL-FPL si vede costretta a denunciare l’assenza delle condizioni minime necessarie a dare attuazione al principio del “buon andamento”, principio costituzionalmente sancito, che, necessariamente, deve sovrintendere ad ogni decisione e ad ogni azione degli organi preposti al governo di una Pubblica Amministrazione.

Le effettive necessità organizzativo-gestionali di un Ente – che quotidianamente deve fornire risposte ad un’utenza sempre più qualificata e consapevole dei propri diritti – impongono all’apparato burocratico un’azione amministrativa efficace ed efficiente che, certamente, non può essere assicurata dall’attuale dotazione organica.

Un organico di 305 dipendenti, guidato da 3 dirigenti, non è certamente adeguato a soddisfare le necessità di una comunità di oltre 70.000 residenti. E evidente che la situazione sopra descritta – che integra la fattispecie di cui all’art. 145, comma 1 del TUEL – non riesce ad assicurare il regolare funzionamento dei servizi dell’Ente e, pertanto sembrerebbe illogico che non siano state richieste specifiche figure dirigenziali, alle quali affidare la direzione di Settori e Servizi di questo Comune.

A tal proposito – anche alla luce delle previsioni di cui all’art. 145, comma 1 del TUEL, al quale codesta on.le Commissione Straordinaria ha già fatto legittimamente ricorso – si evidenzia che la nomina di personale in posizione di sovra-ordinazione, non sopperisce, numericamente e funzionalmente, alla carenza di figure dirigenziali, in particolar modo nei Settori tecnici, allo stato assegnati ai dirigenti di ruolo dell’Ente, privi delle necessarie qualificazioni accademiche e professionali.

Una siffatta assegnazione – avvenuta tra l’altro in modo repentino e senza un’equa distribuzione – sta provocando il collasso dell’azione amministrativa, nonché un prevedibile cedimento psico-fisico di quei dirigenti sovraccaricati quantitativamente ed ulteriormente gravati dalla gestione di Settori e Servizi non affini alla qualificazione/formazione posseduta.

La UIL-FPL denuncia che la situazione sopra descritta, oltre ad essere di per sé preoccupante, non è più sostenibile e si dichiara, sin da ora, disponibile ad un incontro interlocutorio con codesta on.le Commissione, alla presenza della dirigenza, per fornire il proprio contributo alla necessaria e non più rinviabile riorganizzazione dell’apparato burocratico.

Con l’auspicio che la consapevolezza della situazione rappresentata si traduca in opportune, nonché dovute, azioni, la scrivente O.S. rimane in attesa di un sicuro riscontro, riservandosi tuttavia ogni azione utile a manifestare la propria posizione, nei modi più tempestivi e a salvaguardia e tutela dei dipendenti e dei dirigenti, nonché nell’interesse collettivo della terza città della Calabria.