Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia Terme – In un clima democratico e libero la prima Assemblea dei dipendenti comunali

L’intervento del Sindaco Mascaro: “chiudere tutti gli arretrati del salario accessorio entro 30/40 giorni”
543 0

Nella sala G. Napolitano del Comune di Lamezia Terme, si è tenuta la prima assemblea di tutti i dipendenti che ha tenuto a battesimo la nuova Amministrazione a guida Mascaro.

L’iniziativa, unica al momento, è stata promossa dai componenti della Rappresentanza Sindacale Unitaria, Bruno Ruberto, Maria Grazia Aversa, Bruno Palmieri e Franco Mastroianni, e ha visto la partecipazione nutrita di tantissimi dipendenti oltre alla presenza del Sindaco Paolo Mascaro, dell’Assessore al Personale Massimiliano Carnovale, all’Assessore Chiara Puteri, del Presidente del Consiglio Comunale Francesco De Sarro, dei Consiglieri Comunale Salvatore De Biase e Enrico Costantino, del Segretario Generale Maria Cristina Chirico e di tutti i Dirigenti.

I lavori si sono svolti in un clima di democratico e libero confronto in un momento particolarmente delicato e critico, a causa delle disastrate condizione economiche accumulate negli anni.

I componenti della Rappresentanza Sindacale Unitaria si sono assunti l’onere e la responsabilità di convocare questa assemblea per tre ordini di motivi:

  • Riteniamo doveroso coinvolgere i lavoratori sullo stato dell’arte in modo democratico e trasparente;
  • Siamo convinti della necessità di rendere partecipe l’Amministrazione e i rappresentanti di Parte Pubblica delle istanze dei dipendenti, nell’unico luogo deputato…l’assemblea sindacale. Sottolineando che questa assemblea è la prima iniziativa concreta dopo l’insediamento del nuovo Sindaco, che noi abbiamo inteso invitare insieme a tutta l’amministrazione, ai Dirigenti e a tutti i rappresentanti sindacali aziendali.
  • Ripugniamo e denunceremo sempre ogni forma di incontri/accordi trasversali e sottaciuti, per pochi intimi, che nel recente passato si sono verificati nel comune di Lamezia Terme.

Oggi, siamo profondamente convinti che i Contratti Decentrati Integrativi 2013, 2014 e 2015 possono essere trattati e chiusi in una o massimo due sessioni negoziale, dopo gli incontri ricognitivi comprensivi di proposte di piattaforme sindacali e datoriali con i rilievi e gli aggiustamenti concordati in sede di incontro di Delegazione Trattante e tenuto conto che le tre annualità sono tutte a consuntivo e quasi tutti gli istituti contrattuali possono essere contabilizzati e quantificati quasi al centesimo.

L’unico nodo da sciogliere è il riconoscimento giuridico 2013/2014 ed economico 2015 delle Progressioni Economiche Orizzontali.

Chiediamo alla nuova classe politica se oggi intende mantenere e condividere il deleterio indirizzo politico lasciato da Speranza.

A conclusione, i rappresentanti sindacali hanno chiesto all’Amministrazione tutta – al Sindaco, alla Giunta e ai rappresentanti di Parte Pubblica una maggiore attenzione alle istanze dei lavoratori e in particolare:

  • La ripresa dei lavori per la contrattazione decentrata: invitando il Sindaco a rivedere gli indirizzi della passata Giunta sulle Progressioni Economiche Orizzontali, sulla scorta delle valutazioni e della legittimità delle procedure anzidette;
  • La definizione di un crono programma che tenga conto delle priorità e del benessere organizzativo e funzionale;
  • Un piano annuale per la formazione di tutti i dipendenti;
  • Un tavolo di consultazione preventiva su una ipotesi di nuova macrostruttura;
  • L’avvio di un tavolo di concertazione per la modifica della flessibilità dell’orario di lavoro e di servizio.

Foto assemblea 21.01.2016

Ha concluso l’assemblea l’intervento del Sindaco Paolo Mascaro, considerando le oggettive difficoltà di carenza di personale del comparto e della dirigenza a causa delle limitazioni assunzionali per le note vicende economiche ereditate: in un Ente che prevede 431 dipendenti ve ne sono poco più di 300 in attività.

Il Sindaco, ha espresso la vicinanza e il sostegno dell’Amministrazione a tutti i dipendenti, dando specifiche indicazioni alla Segretaria Generale di chiudere tutti gli arretrati del salario accessorio entro 30/40 giorni,  sottolineando la necessità di andare a regime nella gestione amministrativa generale nel più breve tempo possibile, nella consapevolezza che  la valorizzazione delle risorse esistenti consente, da un lato, il risparmio di spesa e rappresenta, dall’altro, uno stimolo per coloro che lavorano nel Comune ad impegnarsi sempre di più nell’espletamento delle loro funzioni.

I componenti della RSU, nell’apprendere del solenne impegno assunto dal Sindaco in una pubblica assemblea sindacale, si dichiara soddisfatta dell’andamento dei lavori dell’assemblea e soprattutto del riconoscimento e della condivisione da parte dell’Amministrazione di quanto richiesto.