Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia Terme e l’ipotesi di scioglimento del consiglio comunale: tanto tuonò che piovve !

“ Povera Città mia, così bella, così spaziosa, così viva ed accogliente, così promettente. Così martoriata!”.
1.73K 0

L’inizio di questo pensiero non è di mia proprietà. L’ho raccolto questa mattina, attraversando una desolata piazza Mazzini, da un gruppetto di persone anziane che – per la verità – sembravano più dei <disperasidos > che dei normali cittadini abitanti questa parte di terra di Calabria : “ povera Città mia!”.

Non è vero che  la notizia circa l’insediamento della speciale Commissione d’accesso al Comune lametino ( avvenuto proprio in questo giorno) interessi poco o nulla alla gente. Tale Commissione, come ben si sa e come è stato da più parti evidenziato, dovrà verificare eventuali infiltrazioni negli apparati municipali. Ed i riferimenti ai casi giudiziari esplosi in questa settimana con la ben nota “operazione Crisalide” sono comunque ben diretti al cuore del civico consesso o, meglio, della composizione della Giunta in carica. Un malessere, in questa maggioranza politico – amministrativa, che originariamente nasce – anche se non propriamente collegata – con le dimissioni degli assessori Caglioti e Puteri, a cui si andranno poi ad aggiungere quelle degli assessori Paladino, Carnovale e Bilotta.

La Commissione d’accesso al Comune di Lamezia Terme rende in pratica poco efficace una concatenata promessa di soccorso alla formazione governativa che s’era impegnata nel ricercare ed attuare percorsi nuovi, liberi e liberanti, a beneficio dello sviluppo della Città e del suo comprensorio.

Nel bel mezzo di questa pur lodevole iniziativa ( con il riavvio del motore politico) ci sta incombente- come una vera e propria mannaia – il gravissimo rischio di uno scioglimento anticipato del consiglio comunale. Ma ci sta – in modo ravvicinato –  il subentro di un fermo amministrativo che bloccherebbe tutto e tutti.

E’ ovvio che le dichiarazioni pubbliche d’intenti registrate in queste ultime ore abbiano più il sapore amaro di quanto si poteva fare e che non è stato fatto.

Cosa significa, oggi come oggi, apprezzare la dichiarazione da parte di Forza Italia “di dare risposte in tempi brevi alle problematiche esistenti, ad iniziare dalla composizione del nuovo esecutivo” ?

Oppure cosa significa il contenuto della precedente dichiarazione fatta dal consigliere comunale Zaffina, per conto del PD, di impegnarsi nello scongiurare un terzo scioglimento del consiglio, che potrebbe rappresentare una vera de propria mazzata per la Città” ?

Interrogativi dubbiosi che, molto probabilmente, verranno chiariti nel corso del prossimo consiglio comunale ?