Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia Terme -“ Operazione verità” : una richiesta avanzata da Fratelli d’Italia

La nota che Lamezia Live pubblica integralmente
484 0

Riceviamo e pubblichiamo

Chiediamo venga effettuata, finalmente, dalla nuova amministrazione comunale, l’operazione verità in modo chiaro preciso e dettagliato. Ad affermarlo è Fratelli d’Italia Lamezia Terme attraverso il suo responsabile comunicazione Avv. Cesare Materasso. Dopo quattro mesi di amministrazione riteniamo – afferma Materasso (FdI)- si possa avere un quadro preciso di quella che è la situazione finanziaria rinvenuta all’interno degli uffici comunali e in quella della partecipata più importante del Comune. Senza fare il processo a nessuno, nel più alto e pieno spirito e principio di garantismo, comunque appare necessario a questo punto che ogni singolo cittadino di Lamezia Terme, oggetto, tra l’altro proprio in questi giorni, di nuove richieste di pagamento tributi a distanza ravvicinata dalle precedenti, sappia allo stesso modo, per filo e per segno, quali sono le reali cause che hanno determinato il rigido piano di rientro controllato. Sul momento sono “trapelate” solo delle blande indiscrezioni politiche, subito oggetto di smentita e/o di elevazione di scudi da parte della sinistra, che continua a difendere il precedente operato amministrativo, come del tutto immune da qualsiasi “passo falso”, identificando come ragioni di tutto ciò solo i tagli del Governo centrale e la elevata evasione dei cittadini. Fratelli d’Italia decide di stare dalla parte dei cittadini- afferma Materasso- che hanno il “sacrosanto” diritto di sapere cosa è stato rinvenuto all’interno della finanza dell’Ente in evidente difficoltà. Il nostro partito – prosegue Materasso- si fa latore di un sentimento diffuso in questo momento in Città, ovvero si vogliono conoscere le cause ufficiali delle difficoltà finanziarie in cui attualmente versano tanto il Comune, quanto la principale partecipata comunale. Vogliamo si apra un dibattito politico su tale tema in modo chiaro, trasparente nel massimo rispetto di tutti, ma i “presunti errori” se ci sono devono essere a questo punto resi noti ai cittadini. Se le altre forze politiche “glissano” ultimamente sulla c.d. operazione verità, noi a questo punto la consideriamo atto non più rimandabile, nel rispetto di tutti quei lametini ai quali vengono chiesti pagamenti di tributi, come la nuova TARI a distanza di pochi mesi dall’ultimo pagamento. Prima di voltare definitivamente pagina sul libro scritto dalle precedenti amministrazioni, occorre che questa Amministrazione prenda le dovute distanze dai precedenti operati, dichiarando quanto trovato in modo chiaro e magari anche nel corso di un consiglio comunale ad hoc, in cui si potrà avere il contraddittorio democratico con quelle forze politiche che hanno precedentemente amministrato la Città. Solo così i cittadini potranno realmente capire e farsi una ragione più consona rispetto ai sacrifici che ora gli vengono chiesti.