Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia Terme – Ricordato Vittorino Fittante, un politico amante della cultura

488 0
Lamezia Terme – Ricordato Vittorino Fittante, un politico amante della cultura

Vittorino Fittante : un uomo di politica, rispettoso delle idee altrui; praticamente e semplicemente : un amico per tutti. Così era e così rimarrà tra gli affetti di quanti lo hanno conosciuto e per come è stato testimoniato negli interventi a margine di uno specifico convegno svoltosi nella sala di un noto albergo centrale di Lamezia, alla presenza della moglie, dei familiari, di una parte di amici, alcuni dei quali sono venuti da altre località per questo interessante incontro, definito “ un atto d’amore”.

Fittante1

“ Un politico amante della cultura che, specialmente per i ceti popolari, la considerava come uno strumento di liberazione” e come hanno scritto nella prefazione al libro i professori Antonio Bagnato e Giuseppe Masi, intervenuti poi anche nel convegno in questione.

Bagnato ha sottolineato che Vittorino Fittante si proponeva come educatore, applicando dei metodi che erano considerati rivoluzionari per quei tempi.

“ La caduta del muro di Berlino”, ha poi evidenziato il docente lametino, “ è stata la caduta dei muri in generale e, quindi – di rimando -, della stessa esperienza comunista”.

Fissandosi  nel far emergere i tratti essenziali del personaggio culturale e politico, Vittorino, il relatore ha posto in primo piano la sua particolare attenzione e predilezione della “ cultura popolare che è sempre una prerogativa di fondo dei ceti popolari”.

Ed infine, non poteva mancare in questo excursus l’aspetto dell’attaccamento di Vittorino Fittante verso Lamezia e, in particolare, verso Nicastro.

Su quanto esposto da Bagnato, hanno spaziato poi tutti gli altri corposi interventi: da Gianni Speranza, ex Sindaco di Lamezia, allo storico Masi, a Vito Teti, la cui riflessione ha calamitato l’attenzione del numeroso, attento e commosso uditorio; i suoi passaggi si sono soffermati su alcune doti salienti in Vittorino, come l’onestà intellettuale, i valori, le tradizioni che traspaiono anche dai vari articoli pubblicati su quotidiani e riviste, ed ora inseriti anche nel corpo dell’interessante libro.

In effetti, come ha anticipato l’onorevole Costantino Fittante, fratello di Vittorino, “ man mano che passano gli anni la memoria storica si va disperdendo, con varie e preoccupanti cadute di valori. Ecco perché è necessario, ha proseguito l’ex parlamentare, “ attivare una trasmissione della memoria”, come del resto ha inteso fare questo convegno – memorial.