Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lamezia,domani 7 novembre primo open space technology

Promosso dall'associazione Mago Merlino con il sostegno della Fondazione con il Sud
,
586 0

Manca solo un giorno al primo Open Space Technology di Lamezia, uno spazio aperto dove tutti possono dire la propria, dove non esiste un relatore né un pubblico ma tutti sono protagonisti. La sfida che domani, sabato 7 novembre, verrà lanciata dall’associazione Mago Merlino, con il sostegno di Fondazione con il Sud, è stata accolta favorevolmente da molte associazioni della città della piana. locandina2 open space mago merlinoSaranno presenti, infatti, l’associazione Manifest, Teatrop, Scenari Visibili, Instagramers Lamezia, Attivamente e alcuni gruppi scout della città. Il contest lanciato sui social, attraverso l’hashtag #LameziaIoVorreiChe, ha visto molti condividere i propri desideri su Lamezia, un modo nuovo di immaginare e progettare insieme azioni di cambiamento. L’obiettivo della giornata di sabato sarà, infatti, quello di tirare fuori dall’incontro idee e progetti concreti, per abbandonare la visione pessimistica e diventare cittadini attivi.

L’open Space inizierà alle 14,30 e verrà chiesto a chi parteciperà di ragionare sul tema “cosa vorrei dalla mia città” o “come vorrei la mia città”. Coloro che vorranno partecipare avranno la possibilità dire la loro e proporre un modello di cambiamento, un modo per rendere questa città migliore. Infatti ognuno potrà esprimere la propria opinione e non ci saranno relatori ma piccoli gruppi di discussione. Durante la giornata sono previste performance e installazioni artistiche, a cura di Erika Godino e Fernando Cimorelli, e musicali a cura della banda musicale del liceo T. Campanella, e in serata Tony Polo e i Take it Jazzin’. E’ previsto anche un buffet offerto dalla cooperativa sociale “Le Agricole”, tutto rigorosamente bio e km 0.

Tutto pronto, dunque, per questo esperimento di partecipazione sociale e civile, che aspetta di ascoltare i pensieri, ma soprattutto i sogni di tutti i cittadini.