Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Le intenzioni di voto dei Calabresi a poco meno di due settimane dalle elezioni regionali

Centrodestra nettamente indietro e Movimento 5 Stelle ai margini della competizione
816 0

A poco meno di settimane al voto (si andrà alle urne il 23 novembre) vengono pubblicati i primi sondaggi delle intenzioni di voto ed è quindi improbabile che le cifre fornite dall’istituto Chi Quadro – che ha svolto il sondaggio per il Quotidiano della Calabria – possano cambiare drasticamente, anche perché i valori sono molto netti.

Tra i candidati alle regionali di Calabria è nettamente in testa quello del Partito Democratico, Mario Oliverio, sostenuto anche da SEL e da altre sei liste che riuniscono più o meno tutte le anime del centrosinistra. Oliverio è dato al 47% nelle intenzioni di voto, il che gli permetterebbe di vincere agevolmente raggiungendo quasi la maggioranza assoluta e soprattutto di conquistare la prima piazza in tutte le province.

Seconda piazza invece per il candidato di Forza Italia e Fratelli d’Italia Wanda Ferro, che rimane lontana al 25,8%. Più di venti punti di distacco sono davvero un brutto colpo per il centrodestra, che alla regione – con la sola eccezione degli anni di Loiero – ha dominato gli ultimi vent’anni. Non aiuta il fatto che Nuovo Centrodestra e UDC abbiamo deciso di andare per conto loro con la lista Alternativa Popolare guidata da Nico D’Ascola, che si attesta all’8%.

Pessimo risultato invece per il Movimento 5 Stelle, che alle elezioni politiche del 2013 aveva raggiunto il 25% e che invece oggi, con il suo candidato Cono “Nuccio” Cantelmi si fermerebbe al 3,8%. Altro segnale di come le competizioni locali negli ultimi due anni siano sempre stati una debacle per il partito di Beppe Grillo. Chiude L’Altra Calabria di Domenico Gattuso all’1,5%.