Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Le opposizioni denunciano le gravi responsabilità dell’Amministrazione Speranza

,
537 0

A margine dei lavori del Consiglio Comunale vi è stata una  conferenza stampa delle opposizioni. “La questione sull’Imu ed Irpef è stata  la ragione  fondamentale per cui si voleva mandare a casa Speranza 8 mesi fa” cosi Massimo Cristiano che ripercorre l’intera vicenda fino ad giungere alle sentenze che hanno dato ragione a quanto da loro sostenuto, ponendo l’accento sulle spese legali a carico dei cittadini. Nicola Mastroianni “Il venir meno del numero legale è un dato gravissimo, l’Amministrazione Comunale con l’assenza della maggioranza, cerca di nascondere le responsabilità e le sconfitte. Come diceva il Consigliere di Progetto Lamezia, Vittorio Paola, le sentenze vanno rispettate, ma tutte. Non ci sono, infatti, sentenze di serie A e serie B. Chiediamo chiarezza e che vengano approfondite le responsabilità non solo politiche”. Bruno Tropea, Lamezia Indipendente, “Non condividiamo la politica economica e sociale di questa Amministrazione. Speranza è andato sempre dicendo che non avrebbe mai messo le mani nelle tasche dei cittadini, invece, gliele ha proprio sfondate”. Tropea chiede che le spese legali sostenute dal Comune nella vicenda Imu siano prese in carico da Sindaco, Assessori e tutti i Consiglieri che hanno votato quell’aumento delle tasse. “Con questa azionedella mancanza di numero legale  il centrosinistra ha ammesso la propria responsabilità politica in merito alle difficoltà economiche enormi che il Comune di Lamezia sta vivendo in questo momento e vivrà nei prossimi anni” così Chirumbolo di Forza Italia che snocciola dati “debito 50 milione di euro, le casse comunali svuotate, sentenza ICOM per 19 milioni di euro, imu e irpef pagati indebitamente. La futura Amministrazione avrà, dunque, le mani legate per un paio di anni. Questa è l’eredità disastrosa che ci lascia questo centrosinistra”. Costantino Isabella, invece, fornisce un contributo tecnico sulla questione dei rimborsi “è stato predisposto un modulo capestro” poiché, secondo il Consigliere, ci sono una serie di oneri da parte del cittadino  tanto che la richiesta di rimborso costituisce una vera e propria nuova dichiarazione. Possibili motivazioni del cambio di modulistica per Isabella possono essere state l’inaffidabilità dei programma dei gestione dei tributi o la volontà di rendere il tutto complicato per non rimborsare nulla “perché non si è rimasti in aula per assumersi la responsabilità e predisporre un modulo semplice per ottenere quanto non dovuto? C’è qualcosa che non va”. I consiglieri di opposizione non demordono e chiederanno un nuovo Consiglio Comunale sulla tematica.