Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Le Sentinelle in Piedi. I valori e il silenzio hanno cancellato gli insulti

A Lamezia Terme hanno manifestato per affermare la libertà di espressione e il valore della famiglia fondata sull’unione tra uomo e donna
,
1.84K 13

Si è svolta su Corso Giovanni Nicotera domenica 30 novembre 2014, dalle ore 11.00 alle ore 12.00 circa, la veglia silenziosa di numerose Sentinelle in Piedi per ribadire il diritto di espressione e ricordare come il ddl sull’omofobia vuole eliminare ogni libertà di espressione e di dissenso sul progetto di legge sulle unioni civili che il Governo sta preparando e che mira ad equiparare le unioni tra persone dello stesso sesso al matrimonio.

“In una società in cui tutto procede ad una velocità che non consente all’uomo di riflettere – affermano le Sentinelle in un volantino – le Sentinelle vogliono prendersi il tempo per farlo. Scelgono il silenzio, la lettura, il tempo per restituire gli uomini a loro stessi […] Le Sentinelle  non accettano categorie fuorvianti come “gay” o “eterosessuali” perchè sanno che servono solo a far dimenticare il valore infinito di ogni persona. Per questo le Sentinelle sanno di vegliare anche per amore all’umanità di chi li contesta […] sanno di essere uno strumento politico solo di conseguenza perché solo una coscienza irriducibile ad ogni omologazione e menzogna potrà cambiare la logica di un potere che anziché servire l’uomo cerca di controllarlo”.

Il silenzio delle Sentinelle di Lamezia Terme, guidate dalla Presidentessa Graziella Astorino, e tra le quali hanno manifestato silenziosamente persone di buona volontà, rappresentanti di associazioni, Cantiere Laboratorio e Altana, del Movimento per la Vita, Le Manif pour Tous, del mondo cattolico, Alleanza Cattolica e Movimento Cattolico Lavoratori. L’iniziativa che ha riscosso un notevole interesse, suscitando ache la curiosità dei numerosi passanti, ha visto la massiccia presenza e condivisione di militanti e dirigenti di Forza Nuova, Fratelli D’Italia A-N, Gioventù Nazionale e Fiamma Tricolore, che con senso di responsabilità hanno volontariamente approntato un cordone di protezione delle Sentinelle.

Gli insulti, i cori discriminatori e l’utilizzo di fischietti e megafono di uno sparuto numero di contestatori, che ha invano cercato di impedire lo svolgersi della manifestazione, è stato cancellato dal “silenzio assordante” e  dal senso di responsabilità di quanti hanno partecipato ed aderito a questa veglia di civiltà e libertà contro ogni forma di intolleranza.

 

  • Zarusama

    Giusto un filo fazioso questo articolo. Appena appena eh.

    • salvatore

      sempre profili falsi, eh eh eh

      • Zarusama

        Profili falsi??

        • salvatore

          si, l’uomo e la donna hanno un nome ed un cognome, cosi anche tu, mentre commenti attraverso una identità per pseudonimo.
          questo modo di agire, ha tanti significati,in particolare, non farsi identificare e come uno che tira una pietra fra la mischia e scappa.

          nell’articolo di Vittorio Gigliotti, da una interpretazione oggettiva delle sentinelle in piedi, e quanto avvenuto domenica, con la creazione di due blocchi, pone nei fatti la lotta fra il bene ed il male , fra una visione naturale dell’uomo ed una degenerativa ove porta lo stesso ad non identificarsi piu ed ancora piu, alla sua confusione identitaria ed anche sessuale.

          le sentinelle in piedi, rispettano l’uomo e la donna e sono difensori della loro dignità contro chi vuole sfregiare la creatura piu eccelsa di Dio, ovvero l’uomo.

          ma in questo disegno Scalfarotto, ed in altre posizioni, quali :
          ideologia del gender
          matrimonio
          adozione
          utero in affitto
          ecc.ecc.

          ci sono elementi che vanno oltre la stessa dimensione naturale dell’uomo, e se l’uomo ha camminato nel corso dei secoli lo ha fatto grazie al modello famiglia insito della natura dello stesso; Uomo e Donna.

          meraviglioso è la creazione dell’uomo piu ancora straordinaria quello della Donna, mentre oggi assistiamo alla deformazione di queste creature bellissime.

          i diritti ? se iscritti su carta non servono, perchè sono indelebile già nell’anima dell’Uomo.

          ciao Zarusama ??? ma io dico ciao, sorella mia nella fede

  • Salvatore

    l’unico che scrive firmandosi con nome e cognome, bravo ! questo significa essere uomo ! bravo, poi sul merito della manifestazione, dite che ogni uno può manifestare le proprie idee, ed allora perchè tutto il vostro scomporre ? nessuno condanna i Gay o le lesbiche nel vivere la loro vita, come hanno sempre fatto. cosa diversa è lo stravolgimento legislativo con la rimozione parola Mamma e Papà in sostituzione di Genitore 1 e Genitore 2 ; di ritardare la pubertà per fare scegliere ad ogni uno il proprio sesso con l’identità di genere, compresa la modifica sullo stato civile, cosi sparisce dopo millenni la parola Maschio e Femmina.

    non è idiota Vittorio Gigliotti, no, è una persona normale che dice le cose vere. già il fatto che lo chiami idiota sta a significare che sei incline all’offesa, quindi che forse, non ti è bastato farlo ieri se c’eri in piazza, ma intendi farlo ancora. questo modo di fare, la dice lunga dal difendere i Gay o le lesbiche, che sono speculari ad un disegno di deriva etica.

    poi nei paesi di religione Islamica, i gay e le lesbiche non hanno diritto di parola, cosi come in Cina e nei paesi ove vige il Comunismo; mi piacerebbe vedervi impegnati anche in quei paesi cosi da chiedere la modifica del loro impianto legislativo.

    che dire della Donna, nei paesi di religione Musulmana, è considerata una cosa, anche il prendere marito è oggetto di una compravendita.

    allora giu la maschera ! nasi lunghi , mentre io grido W l’Uomo e la Donna le meravigliose creatura che ha creato il Creatore , contro chi queste meravigliose creature li vuole insozzare

  • MaryB

    A Lamezia non c’e solo omofobia,c’e anche tanta ma tanta ignoranza. Stiamo parlando di due “gruppi” contrapposti di cui uno coposto perlopiù da ragazzi di 20anni e l’altro da adulti con età media intorno ai 40/50 anni quindi già da questo mi sorge spontaneamente e ironicamente una domanda… ma di che stiamo parlando? A Lamezia chi ha una voce viene lasciato in disparte,chi ha un talento viene portato al punto di andar via! Non è una città perfetta ma io la amo,ma me ne vergogno allo stesso tempo. È una citta che potrebbe dare tanto ma non c’e un equilibrio,non c’e una base solida su cui porre delle aspettative. Queste famiglie perfette dove sono? Sicuramente avranno manifestato quei mariti perfetti che tradiscono le mogli da anni con minorenni e trans andando il sabato sera fino al mare invece di stare con mogli e figli!,erano sicuramente nelle file quelle mogli perfette che tacciono e mantengono in piedi un matrimonio pilotato puramente per interessi economici o per facciata perchè si sa, a Lamezia le mosse vanno a tremila! Quindi ribadisco…di cosa stiamo parlando?
    Giornalai da 4 soldi,trovatevi un lavoro! Chi diffama è un infame!!

  • Rob

    Peccato che questi due uomini e queste due donne pagano le tasse e come tali hanno diritti che attualmente lo Stato non concede loro. Le sentinelle vogliono avere la liberta’ di togliere la liberta’ agli altri di sposarsi, i gay vogliono la liberta’ di sposarsi. In qualunque paese civile non ci si porrebbe tante domande sul fare o non fare una legge del genere.. La si farebbe e stop.

    • SALVATORE

      nessuno vuole inibire la libertà degli omosessuali, ti prego di leggere bene il disegno di legge scalfarotto. amore e rispetto per gli omosessuali, lunga vita a loro e splendore IN ETERNO

      • Roberto Riga (mi firmo anch’io

        Per quel che mi riguarda se in una chiesa, un prete sostiene che l’omosessualita’ sia una malattia (considerato che la scienza non la considera piu’ tale da decenni), e’ un perfetto delinquente, e come tale va considerato. Qui non si parla di opinioni. Qui si parla di menzogne che possono fare male, molto male. Ci sono adolescenti che si suicidano per queste idee malsane. Questa si chiama istigazione al suicidio. Non e’ che se entro in una moschea e un imam dice che gli ebrei sono una razza inferiore, quell’imam sta sostenendo una sua opinione. Sta seminando odio. Fortuna che molti preti, piu’ di quanti se ne pensi, sanno discernere fra il Levitico che accomuna l’abominio della sodomia al mangiare crostacei, e la realta’…. Esistevano Don Gallo.. E tanti altri.. Le sentinelle si ergono a sentinelle di valori da estremismo atavico, che nulla hanno a che vedere con la civilta’. Bastava vedere i cordoni di forza nuova, attorno a loro.

        • salvatore

          Roberto, se un prete nella sua parola, sbaglia, non è la posizione cristiana a sbagliare. da sempre la storia umana si esprime nella bellezza dell’uomo e della donna e nei frutti del loro amore, ovvero la procreazione. se ci sono gay o lesbiche, sono figli di Dio, Dio parla anche attraverso loro, ci sono tanti gay e lesbiche che non condividono le posizioni LGTB ed altro ancora. poi Don Gallo, un buon uomo, un buon Prete, forse ha avvallato pozione estreme, ora è nelle mani di Dio, penso che anche li sta convincendo Dio a cambiare il sesso agli uomini o magari di prendere il suo posto. caro Roberto, il rispetto dei deboli non è una ideologia, ma un vivere il quotidiano nel rispetto di tutti, anche per te che sei in fondo un Uomo buono e da buoni propositi

          • Rob

            Se non permetti a due donne o due uomini che si amano di avere i medesimi diritti di me che sono sposato con una donna, non li stai rispettando… Li stai relegando ad una condizione di inferiori diritti. Ed io non ci sto. La chiesa ha i suoi dogmi, ed e’ giusto che sia cosi’, ma i matrimoni gay (civilmente, al comune) vanno fatti perche’ e’ questione di civilta’ e di uguaglianza. La religione non si puo’ mettere al posto dello stato.

          • salvatore

            Roberto, io rispetto tutto, i diritti civili, sono già rispettati e possono essere trasmissibili, il fatto è la modifica dell’impianto familiare. ovvero riconoscere famiglia due dello stesso stesso. facendo cosi si snatura il ruolo di famiglia. poi da questo inizia una cammino che prevede il cambio di denominazione, genitore 1 e genitore 2 al posto di Mamma e Papa , poi l’identità di genere, e poi altro. tvb chiudo la discussione non voglio imporre niente a nessuno

  • pino insegno

    Sono pienamente d’accordo con le sentinelle. Perché, va bene tutto, ma quando è troppo, è troppo. E che cavolo, mentre sono in continuo aumento, gli italiani, senza casa, senza lavoro e in alcuni casi pure senza mangiare, che addiritura, dallo stato di abbandono e da una ormai ceca disperazione, arrivano tristemente all’estremo gesto dell’omicidio-suicidio, il governo, sta a pensare se due uomini o due donne, si possono sposare??? . Ahahahahahahahahah. ………… ma dai, cos’è, una barzelletta, o una vera e proria presa in giro??? VERGOGNA VERGOGNA VERGOGNA