Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Lotta senza sosta alla ndrangheta su tutto il territorio nazionale

Nota di compiacimento da parte del Ministro Alfano
648 3

Due brillanti ed importanti azioni anti crimine sono state portate a termine in due distinte operazioni registrate in alcuni punti d’Italia.

La prima riguarda il già noto fenomeno delinquenziale  che mira alle Infiltrazioni di ‘ndrangheta nel settore degli appalti pubblici. Il campo di azione è stato individuato nei pressi della provincia di Torino, dove i carabinieri del Ros hanno tratto in arresto  20 persone accusate di associazione di tipo mafioso, estorsione, usura e traffico illecito di rifiuti.

I provvedimenti di custodia cautelare in carcere – precisa una nota – sono stati emessi su richiesta della Procura distrettuale antimafia di Torino e sono in corso di esecuzione, nell’ambito dell’operazione denominata ‘San Michele’ – da parte dei carabinieri oltre che nel capoluogo piemontese, anche a Milano, Genova e Catanzaro. Contestualmente, verrà eseguito anche un maxi sequestro preventivo di società e beni dal valore di 15 milioni di euro  appartenenti ad aggregati ad una  cosca  di San Mauro Marchesato (Kr).

Per questa operazione dei Ros, si registra una nota di plauso e di gratitudine da parte del Ministro Alfano:

La pressione delle Forze dell’ordine contro la ‘ndrangheta continua senza sosta ottenendo grandi risultati come testimoniano gli arresti di oggi dell’operazione ‘San Michele’, eseguita dai carabinieri del Ros, su disposizione della Procura Distrettuale Antimafia di Torino, che ha consentito di smantellare un sodalizio di matrice ‘ndranghetista infiltrato nel tessuto economico della provincia di Torino, in particolare nel settore degli appalti pubblici.

A questa operazione se va ad aggiungere un’altra, altrettanto brillante ed importante, conclusa dalla Guardia di Finanza e dai Carabinieri di Vibo Valentia, che hanno sequestrato, in varie regioni, beni per 45 milioni di euro ritenuti riconducibili alla cosca Tripodi di Vibo, indicata come l’ala economico – imprenditoriale del clan Mancuso di Limbadi.
Tra i beni figurano i bar La dolce vita e Sweet and food, situati nel centro di Roma, un altro in provincia di Milano, immobili di pregio situati a Roma e Milano oltre a 25 aziende, 42 tra terreni e fabbricati e 16 autoveicoli.