Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

L’Udc come Don Abbondio

Dura replica di SEL
,
699 0

Quanto scritto dai dirigenti dell’Udc in risposta al comunicato della federazione di SEL provinciale e i toni offensivi e violentemente diffamatori verso il nostro  segretario provinciale Fernando Miletta, impongono una replica quanto mai netta e chiara. Sel provinciale aveva espresso giudizi politici sull’andamento del consiglio comunale sulla sanità, ma l’Udc risponde attaccando con livorose contumelie e riferimenti personali Fernando Miletta. La cifra scadente, volgare e gratuitamente offensiva sul piano personale dello scritto udiccino qualifica colui o coloro che ne sono responsabili. Per quanto ci riguarda, lasciando alla società Multiserrvizi, se vorrà, il compito di intervenire nel merito difendendo la propria immagine e le proprie scelte, vogliamo esprimere tutto il nostro sdegno per la prosa greve e violenta dell’Udc che non sa dire una parola nel merito della questione sanità, non sa difendere le proprie ragioni, se pure esse ci fossero o riuscisse di trovarne di consistenti, e sferra a testa bassa un attacco individuale di cui non si ha memoria nella polemica politica cittadina. Naturalmente potremmo ripagarli con la stessa moneta scadente e chiedere agli all’estensore/i del comunicato a quale titolo, con quale curriculum, con quali competenze sia finito qualche anno fa a presiedere la Fondazione Terina il segretario cittadino dell’Udc, signor Nicotera, potremmo chiedergli conto dell’incredibile ingorgo clientelare dell’ente, delle assunzioni fatte, dei compensi percepiti e assegnati, nonchè del suo disastrato e devastato bilancio oggi sotto gli occhi di tutti. Non lo facciamo oggi, come non non lo abbiamo fatto prima anche se era semplice farlo vista la situazione in cui versa l’ente, e in fondo anche perchè non ci piace vincere facile. Se avessero un pò di senso della dignità e della misura gli amici di Talarico dovrebbero quanto meno scusarsi di una gaffe che umilia la politica prima che le persone. Ma lo stile è come il coraggio di don Abbondio, se uno non ce l’ha non se lo può certo inventare.