Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Macrì all’attacco della politica lametina

793 1

Ha perso l’ennesima occasione il Consiglio Comunale di Lamezia Terme per trovare un collegamento con le sensibilità che si vanno sviluppando in città che chiedono alla politica ed alle istituzione di affrontare, senza riserve, il vuoto di autorevolezza che dimostrano le Istituzione Locali.

Ad affermarlo è Chiara Macrì, una delle esponenti di spicco del Partito Democratico lametino, componente della direzione regionale del suo partito, la quale non ha di certo parole tenere verso il “parlamento” cittadino, maggioranza e opposizione “è persino irrilevante se sono venuti meno il Governo o l’ Opposizione, ciò che appare a tutti è che, nel gioco delle parti, chi gestiva non lo ha fatto con la dovuta attenzione e chi doveva controllare è da sempre in vacanza”. La democratica non si ferma alle critiche, ma indica anche quale doveva essere la strada da percorrere per giungere alle Amministrative 2015 “un programma di fine mandato credibile pretendeva obiettivi numericamente fissati, ma importanti ed una Giunta che fosse di rottura con il passato e che si affidasse a persone competenti in grado di dare un contributo alla ripartenza della macchina amministrativa e riconquistasse la fiducia di un personale scoraggiato e demotivato”.

Tutto questo, invece, non lo si è voluto fare secondo la Macrì, la quale dapprima bolla come “giochetto da seconda repubblica” il recente rimpasto della Giunta comunale per poi porre l’accento sulla crisi occupazionale senza precedenti che incombe su Lamezia ed i problemi di personale che da qui a breve interesseranno la Multiservizi e non solo. “Il Gruppo Consiliare del PD ha preso una sua posizione sufficientemente pasticciata da allargare ulteriormente la frattura che già esiste nel partito e che, a questo punto, appare difficilmente sanabile” è la critica verso il suo partito da parte della Macrì che passa a spiegarne le motivazioni “si delineano così due concezioni diverse tra chi ritiene che rinnovamento sia affrontare i problemi così come sono esprimendo in modo diretto e comprensibile il proprio pensiero anche su ‘Giunte Amiche’ e chi crede che il Renzi-pensiero sia soprattutto indirizzato alla conquista di incarichi e poltrone senza discutere l’efficacia verso la città di scelte di tale tenore”.

Ogni riferimento al neo Assessore Muraca non appare del tutto casuale. L’inutilità di certi Consigli Comunali, che si concludono con la semplice pprovazione di ordini del giorno, è sottolineata anche dall’esponente democratica secondo la quale l’assise cittadina non è in grado di dare un contributo concreto alle situazioni difficilissime che si appresta a vivere la città di Lamezia Terme. Per la Macrì è necessario rimettere in piedi un centro sinistra morente con un PD che  troppo spesso “si dimette da se stesso”.

  • Fai un manifesto e consegnalo con A.R. a consiglieri assessori Sindaco e segretari di partito che sono presenti da circa 10? Anni al Comune. Grazie