Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Meloni a Lamezia, rifondare il centro destra sulla partecipazione

Per indicare il nuovo leader svolgere le primarie
796 0

Noi non possiamo pensare di riassemblare un centrodestra che è morto. Bisogna rifondare il centrodestra e ripensare una cosa completamente nuova e vuol dire coerenza e partecipazione.

Ha esordito così Giorgia Meloni a Lamezia Terme rispondendo ad una domanda dei giornalisti su un possibile riavvicinamento tra Angelino Alfano e Silvio Berlusconi.

La Presidente di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Giorgia Meloni, era a Lamezia Terme, per un’iniziativa a sostegno della candidatura alla presidenza della Regione Calabria di Wanda Ferro.

Dalle alleanze per il voto alle modalità:

Mi pare che le ultime ipotesi di Legge elettorale che sono emerse sono comunque migliori dell’Italicum così come è stato votato alla Camera. Penso che una Legge elettorale – ha aggiunto – debba garantire governabilità, debba garantire rappresentatività, cioè non debba mortificare il consenso, e debba dare la possibilità agli italiani di scegliersi i parlamentari. Il fatto, ad esempio, di introdurre le preferenze che è stata una battaglia su cui Fratelli d’Italia si è molto esposta, è sicuramente un passo in avanti. Dopo di che speriamo che si possa costruire una Legge elettorale fatta negli interessi degli italiani e non dei partiti che la scrivono. Se c’è questa volontà – ha continuato Giorgia Meloni – noi ovviamente siamo a totale disposizione. Lo abbiamo detto al Presidente del Consiglio e lo diciamo anche a Silvio Berlusconi.Noi non abbiamo capito quale sia lo stato del Patto del Nazareno- aggiunge ancora – e sulle riforme che riguardano il cosiddetto Patto del Nazareno – ha aggiunto – ci trovano schierati su una linea di contrarietà perchè sembrano indirizzate a togliere poteri agli italiani: la riforma del Senato, in particolare, che toglie la possibilità agli italiani di scegliersi i loro senatori è qualcosa che non ci piace e che non condividiamo.

Valutata anche ipotesi di un nuovo leader del Centrodestra che alcuni indicherebbero in Matteo Salvini.

Io vedo la possibilità di ricostruire il centrodestra sulla partecipazione. Quindi per me esistono solo elezioni primarie.

Senza tralasciare la discussione sulla Legge di stabilità.

C’è un binomio tra la Legge di stabilità e nuove tasse. La Legge di stabilità è un grande gioco delle tre carte di questo Governo. Renzi – ha aggiunto – annuncia il più grande taglio delle tasse degli ultimi anni, che rischia però di essere la più grande fregatura degli ultimi anni. Ci sono tante tasse più o meno nascoste all’interno della Legge di stabilità. Ci sono le tasse che aumenteranno ed i servizi che diminuiranno da parte degli Enti locali in seguito ai tagli lineari che questo Governo sta chiedendo alle Regioni ed ai Comuni e c’è una serie infinita di clausole di salvaguardia che scatterebbero qualora il Governo non fosse in grado di garantire le coperture. Quindi, diciamo – ha concluso Giorgia Meloni – che non mi sembra ci sia effettivamente uno scatto. Per questo noi abbiamo presentato una serie di proposte emendative per evitare che Renzi faccia la campagna elettorale sulla pelle degli italiani.