Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Misure preventive contro il diffondersi della zanzara tigre

Ordinanza n.ro 60 del 04/04/2013 ( alcuni punti sottoposti alla massima attenzione )
635 1

Le raccomandazioni ai cittadini e agli amministratori condominiali di:

-evitare l’abbandono definitivo e temporaneo negli spazi aperti pubblici e privati, compresi terrazzi, di contenitori di qualsiasi natura e dimensione nei quali possa raccogliersi acque piovana;

-procedere, ove si tratti di contenitori non abbandonati bensì sotto il controllo di chi ne ha la proprietà o l’uso effettivo, allo svuotamento dell’eventuale acqua in essi contenuta e alla loro sistemazione in modo da evitare accumuli idrici a seguito di pioggia; diversamente, procedere alla loro chiusura mediante rete zanzariera o coperchio a tenuta o allo svuotamento giornaliero, con divieto di immissione dell’acque nei tombini. non si applicano tali prescrizioni alle ovitrappole gestite dall’Azienda Sanitaria per il monitoraggio dell’infestazione;

-trattare l’acqua presente nei tombini di raccolta delle acque meteoriche, presenti negli spazi di proprietà privata, ricorrendo a prodotti di sicura efficacia larvicida da parte degli stessi proprietari o avvalendosi di imprese di disinfestazione e conservando la documentazione di acquisto dei prodotti usati o l’attestazione dell’avvenuto trattamento rilasciata dalle imprese;

la periodicità dei trattamenti è congruente alla tipologia del prodotto usato, secondo le indicazioni rese disponibili dalle farmacie e comunicate alla cittadinanza con adeguati interventi informativi; indipendentemente dalla periodicità, il trattamento è praticato dopo ogni pioggia;

-pulire i tombini di raccolta delle acque piovane prima dell’avvio del ciclo di trattamento larvicida;

-introdurre nei piccoli contenitori d’acqua che non possono essere rimossi, quali vasi portafiori dei cimiteri, filamenti di rame in ragione di almeno 20 grammi per litro d’acqua o sabbia fino al completo riempimento nel caso di contenitori di fiori finti;

-introdurre nelle fontane e nei laghetti ornamentali pesci larvatori, tipo pesci rossi;

ai proprietari, agli amministratori condominiali e a tutti coloro che hanno l’effettiva disponibilità di edifici destinati ad abitazione e ad altri usi di:

-assicurare lo stato di efficienza degli impianti idrici dei fabbricati, dei locali annessi e degli spazi di pertinenza, onde evitare raccolte d’acque stagnante anche temporanee;

ai soggetti pubblici e privati gestori di corsi d’acqua, scarpate ferroviarie e autostradali, cigli stradali di:

-curare la manutenzione dei corsi d’acqua onde evitare ostacoli al deflusso delle acque stesse;

-mantenere le aree libere da rifiuti o altri materiali che possono favorire il formarsi di raccolta stagnanti d’acque;

-eliminare le eventuali sterpaglie; a tutti i conduttori di orti di:

-privilegiare l’innaffiatura diretta tramite pompa o con contenitore da riempire di volta in volta e da svuotare completamente dopo l’uso;

-sistemare tutti i contenitori e altri materiali (es. teli di plastica ) in modo da evitare la formazione di raccolte d’acqua in caso di pioggia;

-chiudere con coperchi a tenuta o con rete anti-zanzariera fissata e ben tesa gli eventuali serbatoi d’acqua .