Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

MOTTA SANTA LUCIA: Resoconto del Primo Trofeo Nazionale di pugilato “Reventino Valle del Savuto”

308 0

Nel Palazzetto dello Sport di Motta Santa Lucia, con una magnifica cornice di pubblico, si è tenuto il Primo Trofeo di Pugilato “Reventino Valle del Savuto”. Una location di grande importanza per la promozione del pugilato, che vede questo sport protagonista del comprensorio, così come successe nell’antichità, quando il “demone di Temesa” che ogni hanno pretendeva in sacrificio la vergine più bella del paese, fu abbattuto da Eutimo, pugilatore di Locri e vincitore ben tre volte ad Olimpia, che mentre si trovava nella zona del Savuto decise appunto di mettere fine al doloroso tributo.

Al torneo, oltre alla casalinga Pugilistica Eagles di Catanzaro hanno preso parte varie scuole pugilistiche del Sud Italia:
Asd Amaranto Boxe, Asd Cz Boxing Club e Asd L. Coluccio provenienti dalla Calabria;
Asd Quiero – Chiloiro dalla Puglia;
Asd Iron Boxe dalla Campania;
Asd Athleta Boxe dalla Sicilia.
Così come previsto, un totale di 9 match disputati, che hanno coinvolto ed entusiasmato il pubblico a bordo ring.
Il primo match ha avuto come protagonisti il catanzarese Mattia Bruno della Pugilistica Eagles opposto al tarantino Salvatore Celestino della Quiero-Chiloiro che si aggiudicava la gara ai punti.
Il secondo incontro, disputato tra due atlete di sesso femminile Sarah Kaiser della Cz Boxing Club guidata dal maestro Nicola Russo e Chiara Coliandro della Quiero- Chiloiro, terminava con la vittoria della tarantina.
Rea Giacomo della Iron Boxe saliva sul ring per affrontare Vinci Ambrogio della Quiero- Chiloiro nel terzo match in programma, che veniva assegnato, per vittoria ai punti, al campano.
Di nuovo le donne sul ring con la siciliana Filippini Elena che gareggiava per la calabrese Amaranto Boxe vs la siciliana Morale Victoria Ana della Athleta Boxe, la quale si aggiudicava il match ai punti.
La casalinga Pugilistica Eagles portava sul ring il catanzarese Michele Pullano che affrontava, nel quinto match, il messinese Giuffrè Vincenzo della Amaranto Boxe, incontro combattuto che nonostante una condotta più ordinata e pulita da parte del catanzarese, veniva assegnato ad entrambi in un pareggio finale.
Il sesto incontro ha avuto come protagonisti Rodinò Rocco della L. Coluccio di Roccella Jonica e Maggio Vincenzo della Quero-Chiloiro, e vincitore il calabrese.
Direttamente dal Torneo Nazionale Femminile di Chieti, salivano sul ring la catanzarese Rossella Guzzi della Pugilistica Eagles, medaglia d’oro cat. Elite 2° serie 48 kg nel suddetto torneo, e la campana Turboli Pasqualina della Iron Boxe, che si scontravano in un match, il settimo in programma, apparso subito molto combattuto, a tratti addirittura confuso per il grande agonismo delle due atlete e che terminava con la vittoria ai punti della Guzzi, nonostante una condotta di gara si molto aggressiva, ma a tratti anche scomposta.
Per la cat. Elite kg 81 salivano sul ring due pugili di grande spessore che si incontravano per la terza volta nelle loro carriere Pavlov Lyudmil Robertinov, detto Lucy, della Pugilistica Eagles e Diop Ngouda della Athleta Boxe. Match l’ottavo, ordinato e pulito con la prevalenza della ragione sulla forza, in cui Pavlov ha cercato di evitare lo scontro fisico, tranne che in qualche sprazzo necessario e conducendo in maniera intelligente l’incontro, tanto da permettergli di portare a casa il match, nonostante la buona prestazione dell’avversario.
Ultimo match in programma quello tra Marco Vento all’angolo rosso, che gareggiava per i colori giallorossi della Pugilistica Eagles e Davide Ricci all’;angolo blu della tarantina Quero – Chiloiro, scuola pugilistica tra le più importanti d’Italia, sempre ai primi posti nella classifica annuale di merito. Il pugile tarantino, esperto, tecnico e dotato di ottima struttura fisica ha cercato in ogni modo di ostacolare l’;azione pressante e continua del calabrese, ma nulla poteva contro l’irruenza e la forza di Marco Vento che, nonostante a tratti scoordinato e troppo impulsivo, faceva spolvero al terzo round di attacchi ripetuti e colpi in numero esagerato, aggiudicandosi così un match condotto, come sempre per lui, con il cuore e con grande ritmo.
Vincitore del Trofeo, deciso sulla base di elementi quali l’eleganza, la correttezza e la tecnica, da una giuria presieduta dal Sindaco di Motta e composta dai signori Messone Rosario e Ambrosio Pino è stato il catanzarese della Pugilistica Eagles Michele Pullano.

Manifestazione, il Trofeo del Reventino, che nonostante fosse alla prima edizione,è riuscita perfettamente jsotto tutti i punti di vista, grazie sicuramente al grande impegno profuso dal Sindaco di Motta Santa Lucia, l’Avv. Amedeo Colacino, entusiasta, propositivo, collaborativo e sensibile come pochi amministratori, al fattivo contributo dell’Assessore Egeo e dei dipendenti dell’Amministrazione Comunale che si sono prodigati per la migliore riuscita dell’evento.
Organizzazione riuscita grazie alla presenza del Commissario di Riunione il dottor Paolo Camporota e gli arbitri di gara della Federazione Pugilistica Italiana, del personale di Catanzaro della Federazione Italiana Cronometristi, del medico di servizio il Dottor Raffaele Gullà, dell’International Police Association che si è occupata del servizio d’ordine e del Servizio Ambulanza della ditta Putrino di Lamezia Terme.
Da un punto di vista più concreto, diversi privati cittadini e diverse aziende del comprensorio, hanno fatto si, con il loro contributo economico, che la macchina organizzativa potesse affrontare le spese necessarie per l’evento.
Inoltre, altra presenza fondamentale per la manifestazione è stata quella dei ragazzi della Pro Fighting guidati dal plurititolato maestro Orlando Avolio che hanno dato dimostrazione delle loro tecniche di combattimento.
Momento oltre lo sport, per la promozione della cultura in genere, è stata la premiazione alla memoria del lametino Carlo Rambaldi, premio oscar ideatore dei famosi personaggi di ET e King Kong, nelle mani della figlia dott. Daniela Rambaldi.
La riunione di boxe, così come chiamate queste manifestazioni tecnicamente dagli addetti ai lavori, ha rappresentato un ottimo banco di prova per quei pugili che, a breve, dovranno disputare le finali regionali finalizzate alla partecipazione al Torneo Nazionale Italiano Senior:
Mattia Bruno, Pullano Michele, Rodinò Rocco e Vento Marco.
In particolare la Pugilistica Eagles di Catanzaro porterà al Torneo Nazionale Michele Pullano cat. 56 kg, già medaglia di bronzo nel suddetto torneo nel 2016, il quale nonostante gli impegni lavorativi che lo tengono lontano dalla palestra potrà dire di nuovo la sua a livello nazionale; Bruno Mattia cat 60 kg, novello del Torneo, che dopo diversi anni di allenamento poco assiduo ha finalmente trovato lo spirito e la via giusta; Marco Vento cat. mediomassimi – 81 kg, che sul ring non teme nessuno, neanche a livello nazionale, ma che dovrà cercare di migliorare il proprio stile di combattimento per esprimere al meglio tutto il potenziale di cui è dotato.
La grande accoglienza ed il grande calore del pubblico sono stati ulteriore motivo per i pugili a dare il meglio di sé stessi, non risparmiandosi, dando sfoggio di coraggio e lealtà, di cuore e passione. Pugili e atleti, ma prima di tutto ragazzi e ragazze che si impegnano quotidianamente in palestra, che preferiscono il sano sudore dell’allenamento a svaghi dannosi per mente e corpo, che affrontano paure e sacrifici ogni giorno per poi dare prova delle loro capacità in soli nove minuti di match.
Come per tutti gli eventi, anche per il 1° Trofeo “Reventino Valle del Savuto”, vanno tirate le somme. La manifestazione ha lasciato tutti entusiasti: il pubblico innanzitutto, intervenuto numeroso, appassionato e coinvolto che ha dimostrato la voglia per la popolazione di momenti di sport e non solo, all’insegna della condivisione e della partecipazione; le autorità che hanno consentito la riuscita della manifestazione, soddisfatte della macchina organizzativa quasi perfetta; le società, i maestri e i pugili che hanno trovato un luogo ideale dove esprimere la propria boxe.
Basi solide, ferme e propositive per la programmazione della seconda edizione, della quale si parlava tra il Maestro Franco Cutruzzullà della Pugilistica Eagles ed il Sindaco di Motta Santa Lucia, l’Avv. Amedeo Colacino, già al termine della prima edizione, dimostrazione questa del coinvolgimento assoluto da parte di tutti nella manifestazione.