Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Movimento Sociale Fiamma lascia liberi i suoi per le elezioni di Lamezia

,
612 0

Abbiamo assistito e continuiamo ad assistere, ad un totale sfacelo sociale, politico e partitico di quella che dovrebbe essere la nuova rappresentanza per il dopo SPERANZA.

Così scrive in un anota il Movimento Sociale – Fiamma Tricolore, sezione Giorgio Almirante di Lamezia Terme.

Il tutto trasformato in una bolgia dove prevalgono solo le grida e le presunte future posizione di potere, nella totale dimenticanza delle necessità della gente affossate e affogate in questi lunghi dieci anni di conduzione di centro sinistra, sembra di assistere, in negativo, alla confusione di una sacra paesana o di un mercatino rionale in cui le grida dei venditori superano la voce della gente.

I personaggi del contendere stanno bruciando, momento su momento, quella che potrebbe essere l’immaginazione di una ideologia in movimento, ma che in realtà e un nulla di fatto, uno zero assoluto con propositi vaghi in cui l’essere comune, non ci crede più.

Per l’immagine di un cambiamento vero, credile e vicino ai nostri ideali di partito, come sezione avevamo dato il nostro consenso ad essere presenti nella coalizione con a capo Armando Chirumbolo quale candidato a sindaco, quasi immediatamente ci siamo resi conto dello scarso interesse dei partecipanti, sospetti che si sono amaramente concretizzati con le defezioni di alcune sigle sulle cui motivazioni di questo improvviso ritiro, non tocca a noi sindacare, ma solamente valutare l’inconsistenza di una vera forma di politica partitica.

Un atto improprio è stato il silenzio sgradevole con cui si sono consumati i fatti, senza che nessuno abbia avuto la coscienza e l’onestà di avvisarci dei “flop” dei sostenitori, abbiamo appreso della situazione creatasi solo dalla voce della piazza. Censuriamo pesantemente questo tipo di azione e riteniamo ovvio, logico e serio, ritirare il nostro simbolo di partito e non impegnarlo su nessun altro candidato.

Lasciamo, comunque piena libertà di scelta ai nostri associati che, a livello personale, possono decidere a chi dare il proprio assenso e appoggiare gli schieramenti presenti, senza alcun obbligo verso la nostra segreteria sezionale.