Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

‘NDRANGHETA: Klaus Davi “imbratta” vacche sacre con vernice. Parte campagna pubblicitaria

480 0

Spot del massmediologo contro 500 bovini abusivi in Calabria appartenenti ai clan

Ci ha provato lo stato tramite la prefettura che più volte e con determinazione ha preso provvedimenti anche duri contro il fenomeno, ci hanno provato gli agricoltori calabresi vessati da bovini che pascolando distruggono i campi, ci ha provato il dottor Fortunato La Rosa, che per questo è stato ucciso l’8 settembre del 2005.

500 tra tori e vacche pascolano abusivamente in tutta l’area del Parco Nazionale d’Aspromonte e nelle zone ad esso limitrofe, oltre 64.000 ettari di terra, distruggendo i campi, pubblici e privati di quelle aree, nelle quali agricoltori, cooperative e volontari si dedicano a coltivazioni d’eccellenza: dall’ulivo al mirtillo, dal nocciolo all’origano e molto altro.

Ora a dichiarare guerra al fenomeno sono Klaus Davi e il testimone di giustizia Nino Cento. Nelle scorse ore i due si sono recati allo Zomero, una di queste aree, e Klaus Davi ha ‘imbrattato’ numerose vacche sacre con vernice rossa. L’inseguimento e l’imbrattamento dei capi si è tradotto in un vero e proprio docu-spot, montato con l’ausilio del network televisivo calabrese RTV (che si ringrazia per il contributo), che verrà diffuso sui social network e sulle reti locali e nazionali.

Lo spot ritrae Klaus Davi e Alberto Micelotta avvicinarsi a numerosi capi di bestiame e spruzzarli di vernice rossa. Il filmato contestualizza anche la piaga delle vacche attraverso le parole del testimone di giustizia Nino Cento.

Secondo numerose indagini le vacche sono di proprietà delle famiglie mafiose Raso, Albanese, Facchineri, Giovinazzo e Avignone.

Siamo stati contattati da Cento e da numerosi altri proprietari di terreni, che ci hanno scritto e chiesto un intervento forte. Di qui la nostra campagna, realizzata con la collaborazione di Alberto Micelotta che mi accompagna in queste imprese… sia chiaro, l’iniziativa è stata totalmente autofinanziata e a costo zero per lo Stato”.

Allo spot seguiranno altre azioni di ‘guerilla marketing’, ad opera del massmediologo e di Micelotta, che andranno avanti per tutta l’estate.

Il video è già disponibile sulle piattaforme on line al link https://www.youtube.com/watch?v=ApuDUidezu4&feature=youtu.be.

“Ho inviato personalmente lo spot a Maurizio Martina, Ministro dell’Agricoltura, uomo competente e attento alle esigenze dei coltivatori. Spero di sentire la voce di Coldiretti che interviene su tutto ma su questo tema mi pare un po’ latitante…”.

Non è la prima campagna di marketing dedicata da Davi al tema ‘Ndrangheta. Nel mese di marzo il giornalista ha ideato dei manifesti con i nomi dei boss della mafia residenti a Milano coi quali tappezzò le vie del capoluogo lombardo. Anche questa iniziativa è stata totalmente autofinanziata .