Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

‘Ndrangheta: Klaus Davi “ricevo messaggi anonimi su sindaco Ida’ e politica regionale”

,
585 0

“Anche io, come è accaduto al Sindaco di Rosarno Giuseppe Idà, ho ricevuto messaggi anonimi relativi a presunti legami fra il sindaco stesso e alcuni membri della sua giunta comunale e il potentissimo clan Pesce. Ma a differenza della lettera inviata al sindaco, i messaggi sono stati arricchiti da alcune foto la cui autenticità è tutta da verificare.

Ritengo però di rendere noto questo messaggio dopo aver letto sugli organi di stampa la denuncia che lo stesso sindaco di Rosarno ha ritenuto di fare presso l’autorità giudiziaria. Alcuni di questi messaggi riguardano Giuseppe Iannaci, genero del vecchio boss di Rosarno e il nipote di Iannaci Giuseppe, Stefano. Iannaci, attuale presidente del consiglio comunale di Rosarno, i fratelli Angelo e Giuseppe Tutino, nipoti del boss Pesce.”

Rivela il massmediologo Klaus Davi. Al primo di questi, Klaus Davi sta dedicando numerosi articoli sui suoi profili Facebook. “La campagna sul clan di Tutino andrà avanti, presto usciremo con nuove rivelazioni.” – preannuncia Davi. “Per quanto mi riguarda, l’unica cosa che sto facendo è approfondire il contenuto di questi messaggi e poi eventualmente renderli oggetto di un’inchiesta giornalistica.

Ricordo a tutti coloro che vogliono denunciare soprusi e prepotenze di camorra, mafia e ‘Ndrangheta, che grazie a Paolo Liguori ogni martedì su una rete importantissima come TgCom24, in onda alle ore 13.30, affronteremo settimanalmente questi temi con inchieste, interviste e approfondimenti.” Klaus Davi coglie l’occasione di lanciare un appello: “Ricevo numerose telefonate anonime spesso poco chiare e con indicazioni imprecise. Se decidete di denunciare e avete fiducia nel nostro lavoro cercate di dare indicazioni precise. Come è ormai noto, il nostro obiettivo è contrastare il crimine organizzato ma per fare questo abbiamo bisogno di informazioni verificate.

Dovreste aver capito che siamo persone serie. I nostri unici “padroni” sono i lettori e gli spettatori. Abbiate fiducia in Klaus.”