Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

NO al Parco eolico del Reventino!

a chi giova il massacro del territorio?
,
1.35K 0

Innocenza Giannuzzi e Carlo Aiello esponenti del Pd fanno alcune riflessioni sul parco del Reventino affinché il vento dell’ eventuale eolico sia scosso  dalla coscienza del territorio !

Dai dati della Fondazione Impresa emerge un dato molto significativo che deve già far riflettere, La nostra amata Calabria è hai primi posti per quanto concerne la green economy, infatti, vi è sul nostro territorio un aumento costante dell’economia basata sulla sostenibilità  ambientale, in particolare nella produzione dei prodotti derivanti dall’agricoltura biologica e da quello della produzione di energie rinnovabili.

Essa vanta uno dei primissimi posti nella produzione di energia eolica, infatti, in attivo a ben sedici parchi eolici, ma il dato che ci deve far riflettere e che in fase di autorizzazione ce ne sarebbero ben altri 56, alcuni dei quali dovrebbero sorgere sulle nostre splendide aree montane che abbracciano il nostro splendido territorio di Lamezia Terme.

logo_pd_2015

Mi sembra veramente eccessiva la realizzazione di più parchi eolici, in una sola area montana del Reventino.

 Ma non può darsi che ci sia uno stratagemma che si camuffa dietro la bandiera delle energie rinnovabili? Ché vi sia una vera e propria speculazione economica che potrebbe avere pesanti ripercussioni sul territorio? Con l’entrata sul nostro territorio delle “Ecomafie” ,non dimentichiamoci che alcuni parchi in Calabria sono sotto sequestro dalla magistratura!

I progetti dei parchi eolici rischiano di stravolgere il territorio,alterandone fortemente non solamente la percezione visiva ma anche quella naturale,distrugendo tutto ciò che la natura ci offre che sta noi trasformarla in economia tramite il turismo e l’agricoltura i due volani per far ripartire l’economia.

Si alle fonti rinnovabili,sicure ,inesauribili,pulite, si ad un efficienza energetica ma che deve rispettare “Madre Natura” da cui essa trae la forza,deve rispettare le vocazioni del suo territorio e i suoi abitanti.

La nostra amata Calabria deve essere conosciuta in Europa e apprezzata per le sue bellezze paesaggistiche per la dotazione di flora e fauna, per le sue tradizioni e per l’eccellenza dei suoi prodotti non per divenire il parco eolico più grande d Europa.


Innocenza Giannuzzi