Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Noi c’eravamo e tu?

1.05K 0
Noi c’eravamo e tu?

Lo “speciale” di Lamezia Live è dedicato interamente alla festosa inaugurazione dello splendido “parco Comuni”, il cui contributo – unico nel suo genere e fra i pochi nell’intero Mezzogiorno d’Italia –  va decisamente ad arricchire il patrimonio urbano incentrato sulla presenza e sulla riscoperta dei parchi, visti proprio come luoghi di socializzazione, di svago, di divertimento, di pace e di salute.

Il parco “ Dossi – Comuni è situato nel territorio di Lamezia Terme, a pochi chilometri dal suo suggestivo centro storico di Nicastro, ora Lamezia Terme.

Ha una estensione di circa 60 ettari, arricchita da una folta e diversificata presenza di alberi secolari, e non, che si avvale di una fitta vegetazione che si intreccia magnificamente con le frastagliate presenze di piante succulente, aromatiche e medicinali; palme e cycadee, nonché alberi da frutta ( arboreto).

Il parco “ Dossi – Comuni” ospita un imponente giardino ( di circa 8 ettari), traversato da vari percorsi appositamente disegnati o dall’intervento dell’uomo oppure “inventate” dalle iniziative di madre natura.

Oltre alle piste per jogging e per mountain-bike, si dispone di spazi solennemente dedicati al riposo, alla lettura, alla meditazione. Il tutto viene arricchito dalla presenza di altre attrattive, come le fontane, un anfiteatro moderno, diversi gazebo e panche rigorosamente in legno; una sala adatta per diversificate iniziative.

Infine si possono ammirare le varie qualità di vegetazione ed un Museo botanico completo di erbario, xiloteca e collezioni di frutti e di semi.

Si sta pensando di mettere su anche una biblioteca a cui possono accedere sia i grandi che i bambini.

Lamezia Terme scopre così di avere alla sua immediata periferia un tesoro di inestimabile valore e di ulteriori e forti sviluppi della sua vocazione turistico – naturale; un concreto patrimonio con il quale ed attraverso il quale si può e si deve puntare alla creazione di una “Città della salute” che è conosciuta per le sue vicinanze al mare, alle colline, ai monti, alle Terme, con tutti i servizi annessi e connessi : aeroporto internazionale; autostrada A3; strade statali e provinciali che permettono di collegare rapidamente ogni centro urbano.

Le associazioni volontaristiche che sono finalmente uscite concretamente allo scoperto, dedicando tutto il loro impegno alle opere di rivalutazione del parco, possono essere oggi ben appagati in questi loro sforzi che  hanno permesso di restituire alla collettività un parco che sorge alle porte della Città.

Il parco è custodito e gestito da tanti volontari provenienti da diverse realtà associative che interagiscono in Città. Loro non andranno comunque via, ma – rappresentando le loro associazioni di volontariato – permetteranno a questo parco naturale di essere conosciuto e goduto dai cittadini e dai turisti, tramite un’adeguata operazioni di marketing e di promozione turistico – culturale.

Le annotazioni storiche

Fiero e felice il Sindaco di Lamezia, avvocato Paolo Mascaro, nel giorno della solenne inaugurazione del parco ( 27 settembre 2015).

Ha più volte sottolineato che  questo sito è un vero e proprio “paradiso naturale”,  sconosciuto alla maggior parte dei cittadini e che rinasce grazie all’impegno associazionistico; un parco tra i più belli in tutta Italia e che deve essere ora meta per qualsiasi altra Regione.

Ma non finisce qui, secondo l’impegno assunto dal Sindaco: c’è ancora altro dar fare per migliorarne le potenzialità, come la costruzione di un parcheggio pubblico adeguato, di cui se ne farà carico la stessa Amministrazione comunale.

 In questi giorni, ha aggiunto il Sindaco, si sta scoprendo sempre più una Lamezia che dimostra di avere nel cuore lo sviluppo di tale iniziative. “Le bellezze naturali ci sono; e c’è anche un associazionismo  in grado di migliorare la qualità della vita”. Sono, queste, delle scommesse, ha concluso il Sindaco, che bisogna portare avanti insieme.

Per ora i lametini hanno risposto alla grande all’invito diramato dal Sindaco per essere massicciamente presente alla inaugurazione, cosi’ come numerose saranno le persone e le famiglie che vorranno usufruire delle enorme potenzialità del parco.

Una fila interminabile di auto ai bordi della strada prima di accedere al parco; una folla calcolata come in diverse migliaia e che ha fatto ritorno a casa decisamente con la “voglia di parco”.

P1050759 P1050760 P1050761