Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Nonostante i duri colpi inferti in questi ultimi tempi, la ‘ndrangheta si espande sul territorio

La valutazione da parte del Procuratore Nazionale Antimafia, Franco Roberti
782 0

Quante lotte, quanti incontri specifici, quante iniziative ed anche quante vite spezzate per un obiettivo comune che non accenna comunque ad arrestare la sua implacabile avanzata distruttiva e minacciosa di ulteriori soprusi, angherie e morti.

Si direbbe: tutto come prima e tutto più di prima, ascoltando i gridi di allarme che provengono da chi sta in prima linea per cercare di porre argine a queste avanzate.

Proprio così, in questo fosco quadro frapposto nella dura e cruda realtà del nostro Paese e del nostro Mezzogiorno, appare la dura riflessione da parte del Procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti, affiancandosi ad altri suoi colleghi che – in un modo o nell’altro – avevano avuto modo di esprimere gli identici sentimenti.

Dice Roberti: “La ‘ndrangheta è l’organizzazione mafiosa più forte del nostro Paese.

Cosa nostra” – ha continuato Roberti – “ha subito colpi durissimi e la camorra campana altrettanto. Mafia e camorra sono in una posizione di debolezza rispetto al passato. La ‘ndrangheta non ancora, anche se si sta facendo molto contro di essa”.

Le motivazioni di questa dura resistenza da parte della ‘‘ndrangheta sono poi state condensate in una sola battuta; una, ma forte e significativa: “In tutti questi anni – ha concluso Roberti – la ‘ndrangheta ha dimostrato una maggiore capacità di diffusione, anche al di fuori dei propri confini, una grande capacità imprenditoriale, superiore alle altre organizzazioni criminali.

Ha una capacità di muoversi sia sul piano dell’accumulazione illecita, penso al traffico di stupefacenti ma non solo, sia su quello delle infiltrazioni nell’economia legale”.