Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Operazione Piana

Condanna per Piacente ed Orlando
720 0

Il Gip del Tribunale Di Catanzaro, la dottoressa Maria Rosaria Di Girolamo, ha pronunciato oggi la sentenza: 5 anni e 4 mesi a Davide Orlando e 4 anni e 8 mesi a Roberto Piacente entrambi con la condanna di “concorso esterno in associazione mafiosa”.

Secondo l’accusa i due imprenditori agivano «asservendo le ditte e le aziende di cui sono titolari agli interessi e alle esigenze dell’associazione, legati a quest’ultima da un illecito accordo a prestazioni corrispettive per effetto del quale ottengono, grazie all’intermediazione mafiosa e in violazione delle regole del libero mercato, l’acquisizione di appalti e commesse, ricevendo in cambio ingenti profitti e guadagni».

Tesi questa che ieri è stata sostenuta dal pubblico ministero secondo il quale gli imprenditori «hanno permesso negli anni agli organi di vertice dell’associazione “Giampà” di penetrare il tessuto economico cittadino e di diventare gli illeciti protagonisti di fiorenti attività imprenditoriale, svolte in un regime di sostanziale monopolio; ai danni di tutte quelle sane aziende che, scegliendo coraggiosamente di non stringere scellerati patti con la mafia, pagano lo scotto di essere estromesse, almeno in determinati settori, dal circuito delle commesse e degli appalti, che così diventano di appannaggio esclusivo della criminalità organizzata».

Il Gip ha accolto, in parte le richieste del PM Elio Romano che, nella requisitoria del 24 marzo aveva chiesto 8 anni di reclusione per Davide Orlando e 4 anni e 8 mesi per Roberto Piacente.
Per gli altri due dei quattro imprenditori tratti in arresto il 28 maggio dello scorso anno, definiti dai collaboratori di giustizia come «gli imprenditori di riferimento della cosca» il processo riprenderà il 1 luglio per rito ordinario e saranno giudicati dal Tribunale di Lamezia.