Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

“ Orizzonti Verticali: il nuovo libro di Tonino Spena, “ un regalo che resti per sempre”.

383 0
“ Orizzonti Verticali: il nuovo libro di Tonino Spena, “ un regalo che resti per sempre”.

La storia è così profonda, variegata, indefinita ed indefinibile da raccontare, tale che sembra apparire come una lanterna  destinata ad illuminare il percorso dell’uomo attraverso  il cammino lungo i sentieri dell’Eterno.

Maria Cristina Mazzei

E’ quanto viene raccontato, con la facilità e la limpidezza dei fatti e dei personaggi chiamati in causa e che – nell’insieme – entrano ad essere messi in loro bella mostra nel nuovo “ testimonial” da poco pubblicato dall’amico Tonino Spena con il suo nuovo libro

Orizzonti Verticali”, 

a cura di “GraficEditore”, di Antonio Perri.

Difficile saper interpretare gli stati d’animo che si sono susseguiti, immancabilmente e prevedibilmente, nella scelta dei temi e delle figure giuste da incastonare sapientemente in questo adeguato raccontare, per adeguarsi alle esigenze del filo conduttore del libro; temi e figure da destinare ad accompagnare il melodico raccontare, alla ricerca di sensazioni e di emozioni.

Ma, in contraccambio, è però ugualmente tanto facile vivere i momenti che ormai non tornano più su quelle stesse scene, o che non possono più tornare perché la storia ha i suoi corsi regolari che scendono a valle e che rappresentano come uno scrigno d’oro da destinare alla storia ed ai tempi  e che si cerca di riesumarli, almeno per un altro solo attimo.

Valentina Rosaria Cacciola

In “Orizzonti Verticali” la scena in questione è soltanto una ed è planetaria : forse si potrebbero cambiare i personaggi per ricordarli malinconicamente; ma sono veri, diversificati ed inamovibili i protagonisti incastonati quasi magicamente, come in un film da oscar, le cui trame diventano una riesumazione di fatti e personaggi effettivamente vissuti ed amati, vissuti nel passato ma viventi nel presente, da affidare ad un futuro spalancato sulle visioni di “Orizzonti Verticali”.

Sarà, quindi, cura della storia, “mater et magistra”, ad essere come il motore la cui funzione è come quella di un astro vivente, o di un sole abbagliante, che continuerà per sempre ad alimentare il suo andazzo e la sua corsa verso l’Infinito. La storia è la storia. Punto.

Così fa, quasi in punta di piedi e con la saggezza di chi della storia diventa l’innamorato cantore, Tonino Spena, proprio nel momento in cui fa scorrere le più diverse e diversificate presenze di vite realmente vissute e di momenti veramente irripetibili, descritti con elegante semplicità e con impressionanti memorie di epoche vissute, amate, testimoniate : dal muratore alle belle “ pacchiane”; dal barbiere al dottore o al postino, e così’ via, in una elencazione di fatti e di personaggi che fanno da nenie alla dolce memoria  conservate tra le preziose pagine di “ Orizzonti Verticali”.

Un libro da leggete, quasi d’un colpo solo, come una tazzina di caffè rigenerante , o proprio come “ un regalo che resti per sempre”.

 

Nelle foto a corredo: Tonino Spena con le due splendide collaboratrici: Maria Cristina Mazzei e Valentina Rosaria Cacciola