Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Pallavolo – La CONAD guadagna i play off … ma è quella di Reggio Emilia-

435 0
Pallavolo – La CONAD guadagna i play off … ma è quella di Reggio Emilia-

CONAD REGGIO EMILIA 3 – CONAD LAMEZIA 0

(25-10, 25-20, 25-23)

Durata set: 18’-26’-27’Totale: 1h11’

CONAD REGGIO EMILIA: Fabroni 6, Bellei G. 17, Sesto 13, Benaglia 4, Bellini 4, Ippolito 9, Morgese lib. (75%pos. 58% perf. ) Torchia lib., Amorico, Quarta 3

Non entrati: Chadtchyn, Bellei A., Silva

Allenatore: Mastrangelo

Ace: 8, battute sbagliate: 11, muri: 12, Ricezione: pos.56% , perf. 31%, Attacco: 47%

CONAD LAMEZIA: Negron, Bigarelli 8, Bizzotto 5, Aprile 5, Bruno 8, Butera 3, Zito lib.(50% positiva- 25% perfetta), Fantini 1, Ingrosso , Alfieri 3, De Santis,

Non entrati: Anselmi

Allenatore: Gianpietro Rigano

Ace: 1, battute sbagliate: 9, muri: 7, Ricezione: pos  51%, perf. 30%,  Attacco: 34%

Arbitri:  Simone Fontini di Pisa e Giorgio Gnani di Ferrara


Primo set da dimenticare poi due set giocati a viso aperto, senza nulla da perdere, che mostrano una Conad Lamezia forse non sempre precisa e pulita ma decisamente in gara e capace di far correre qualche brivido alla Conad Reggio Emilia che grazie alla vittoria odierna conquista la matematica certezza di un posto nei play-off promozione in Superlega.

Rigano decide di dare fiducia a Butera e Bruno in banda per la gara del pala Bigi. Sono loro i 2 posti 4 della formazione giallorossa per il resto senza nessuna novità rispetto a quella che aveva iniziato la sfida della settimana scorsa in casa contro Spoleto.

Primo set senza storia con Reggio Emilia che scappa subito avanti 10-2 e non permette ai giallorossi, troppo fallosi (14 errori punto) di riportarsi mai in scia. Rigano prova a cambiare l’inerzia del set inserendo Alfieri per Negron e Ingrosso per Butera, poi dentro anche De Santis nel giro dietro su Bruno, ma le cose non cambiano e sul 24-9 i padroni di casa hanno ben 15 palle per chiudere il set. Fallita la prima è Lamezia, con l’errore al servizio di Ingrosso a regalare il primo parziale agli avversari che chiudono 25-10.

Si riparte nel secondo set con lo stesso sestetto+1 del primo parziale. La Conad è più in gara ma sul 7-3 Rigano cambia ancora in cabina di regia reinserendo Alfieri per Negron. Il momento dei lametini è buono e grazie anche a due punti consecutivi proprio di Alfieri la Conad Lamezia si porta a -1 13-12. La squadra di Mastrangelo allunga nuovamente 20-15 ma Zito e compagni adesso ci sono e l’attacco in diagonale di Bruno vale il -2 20-18. Reggio Emilia conserva quel break di vantaggio che le permette comunque di chiudere il parziale in suo favore con l’attacco vincente di Bellei che vale il 25-20.

Nel terzo set Alfieri parte dall’inizio e la Conad continua a girare bene e anzi mette per la prima volta la testa avanti sul 3-4 dopo l’errore di Bellei che attacca direttamente in rete. I giallorossi di Rigano sono più che mai in partita e un muro di Bruno seguito un errore in rigiocata dei padroni di casa valgono il + 3 10-13. Un errore dei lametini, l’ace di Fabroni  e il primo tempo vincente del lametino Sesto regalano il sorpasso a Reggio Emilia 15-14. Il controsorpasso Lamezia arriva grazie a 4 punti consecutivi dei lametini capaci di mettere pressione agli avversari e condurli così spesso a forzare la giocata 16-19.  Tre muri consecutivi di Quarta, prima su Bigarelli, poi su Bizzotto, quindi ancora su Bigarelli ribaltano il risultato in favore dei padroni di casa 23-20. Lamezia annulla 2 delle 3 palle match dei padroni di casa sul 24-21 ma sull’attacco di Ippolito il muro lametino è fuori ed il parziale si chiude 25-23.