Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Pari della Vigor Lamezia (1-1) nell’impegnativa amichevole all’Ezio Scida contro il Crotone

Applaudite le due squadre da oltre tre mila tifosi, quasi tutti pitagorici. Ora la Vigor attende il suo turno di Coppa Italia Serie C Pro
627 0

Crotone: Secco (1’st Bajza), Zampano (1’st Cane), Cremonesi (20’st Riggio), Ferrari (20’st Claiton), Salzano (1’st Martella), Minotti (1’st Galardo), Dezi (20’st Leto), Suciu (1’st Saric), Ricci (20’st Berardocco), Torregrossa (1’st Padovan), De Giorgio (1’st Tripicchio). Allenatore: Drago.

Vigor Lamezia: Rosti (41’st Mercuri), Spirito (1’st Malerba), Rapisarda (26’st Torcasio), Battaglia (1’st Puccio), Di Bella, Gattari (41’st Maglia), Giampa’ (26′ st Voltasio), Scarsella (38’st Pirelli), Del Sante (29’st Tropea; 41’st Umbaca), Improta (8’st Held), Mobtella (1’st Catalano; 38’st Rossini). Allenatore: Erra.

Arbitro: Federico La Penna di Roma1
Assistenti: Antonino Santoro di Catania e Gaetano Intagliata di Siracusa
Marcatori: 40′ pt Suciu (C), 33’st Catalano su rigore (VL)
Ammonito: Salzano (C)
Spettatori: 3000


Pareggio con un goal per parte nell’amichevole di lusso della Vigor Lamezia all’Ezio Scida contro il Crotone, squadra di rango e di categoria superiore per come ha dimostrato in più occasioni.

Ma la Vigor Lamezia non è stata a guardare, anzi, s’è fatta portare piacevolmente sulle buone trame di gioco, dimostrando una confortante maturità in tutti i settori. Pitagorici  in vantaggio al 40′ del primo tempo con Suciu che, dopo una bella palla servita da Ricci, lascia partire un diagonale perfetto che non lascia scampo a Rosti.
Il Crotone già in precedenza aveva sfiorato il vantaggio ma l’estremo difensore ospite aveva negato la gioia del gol ai rossoblù.

Nella ripresa si inizia con ben 7 volti nuovi rispetto alla prima frazione, la squadra continua a giocare bene ma al 32′ arriva il pari della Vigor solo su rigore con Catalano.

Da rilevare che anche la Vigor Lamezia, nella seconda frazione di gioco, ha mandato in campo ben quattro suoi giovanissimi (Torcasio, Voltasio, Umbaca e Catalano, che ha segnato magistralmente su calcio di rigore giustamente concesso).

Tremila le persone che hanno assistito alla partita, incitando ed applaudendo tutti i giocatori in campo.
Una giornata di festa per il popolo rossoblù, che ha avuto modo di vedere all’opera i propri beniamini.