Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Pentone – Presentato il libro sui desaparecidos italo-argentini

'Impossibile gridare, si ulula'
486 0

Storie di una tragedia ancora aperta, apparentemente lontane ma legate anche all’Italia e alla Calabria, di una sofferenza così grande e atroce che stenta a esprimersi in parole umane: sono raccontate nel libro ‘Impossibile gridare, si ulula. Storie di desaparecidos italo-argentini’.

Il volume è stato  presentato presso la sala consiliare del Comune di Pentone alla presenza di molti cittadini pentonesi e non solo. Dopo i saluti del sindaco, Michele Merante, oltre all’autrice, Rossella Tallerico, sono intervenuti Luigi Pandolfi (giornalista), Mario Occhinero (membro dell’associazione 24 marzo) e Claudio Di Benedetto, figlio di Filippo Di Benedetto, lo “Schindler” calabrese. Ha moderato il professore Vincenzo Marino.

immagine copertina

Il libro dà un quadro della dittatura di Videla in Argentina, della cosiddetta Guerra Sucia, guerra sporca, un piano sistematico di repressione dell’opposizione mediante la pratica della desaparición. Ma dà spazio anche ai singoli, ai loro ideali e alle loro sofferenze attraverso l’analisi dei processi celebrati a Roma e la ricostruzione delle storie di vittime italiane e calabresi.

L’interesse per il dramma dei desaparecidos, ha raccontato l’autrice, è nato quando, da adolescente, ha contribuito a una raccolta firme promossa da Amnesty International. Su questo tema si è focalizzata la sua tesi che, arricchita e ampliata, si è trasformata nel libro pubblicato.

All’inizio è stato difficile leggere e ascoltare, ma poi Rossella Tallerico ha proseguito nel suo lavoro di ricerca. «La pratica della desaparicion merita di essere studiata, quale esempio storico tra i più esecrabili di violazione dei diritti e della dignità delle persone», scrive nel libro”.