Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Per piazza Mazzini-

Manifestazione di protesta di “ CasaPound” sui gravissimi rischi presenti dalle parti della piazza più centrale della Città. Il nostro servizio speciale.
361 0
Per piazza Mazzini-

Quando l’elevatissimo rischio è al centro della Città e di cui nessuno si sta interessando, tranne i cittadini residenti nelle zone tra piazza Mazzini, piazza Santa Maria, o – come hanno fatto questa mattina – gli aderenti a “Casapound” che – assieme al consigliere comunale Mimmo Gianturco-  si sono recati sul posto per verificare “ ad personam”. E cosa hanno potuto raccogliere sotto forma di protesta ormai ridotta all’estremo?

Ve lo sintetizziamo in questo nostro “ speciale”, che è forse un niente rispetto al dilagante stato di delusione e allo sconforto dei titolari di esercizi pubblici, molti dei quali a rischio chiusura per colpa di questi ritardi e di tale gravissimo abbandono.

Iniziamo da dove eventi estremi, o anche semplicemente normali, potrebbero causare vittime e danni : da vari alberi di cipressi che sono cresciuti abbastanza rigogliosamente e mai oggetto di cure e di messa in sicurezza.

Le foto mettono in primo piano come tali alberi abbiano superato – e di molto- le abitazioni circostanti e che dimostrano di poter diventare veramente letali. Oltretutto, in una parte della piazza, è stato creato un parco giochi frequentato dai piccini e dai loro genitori;  facendo gli opportuni scongiuri, se dovesse rovinare loro addosso? Chi pagherà le conseguenze?

Segnaliamo anche che qualche gioco per i bambini è fuori uso e addirittura anch’esso pericoloso. Chi lo dovrebbe aggiustare?

E la pulizia della piazza a chi spetta? Le foglie che “sentimentalmente” cadono abbondantissime in autunno ed in inverno non si dovrebbero raccogliere giorno dopo giorno? Ma da parte di chi? Oppure, chi deve pulire i cestini raccogli rifiuti ? Qui la sporcizia è di casa, almeno che qualche negoziante non si rimbocchi le maniche e faccia da “volontario” della Multiservizi.

Spostiamoci ora alla discussa fermata dei mezzi pubblici: i residenti ed i titolari di esercizi pubblici avevano proposto che una parte della piazza  sarebbe potuta diventare non stazione – capolinea, bensì punti fermata. Ora non è né l’una e né l’altra cosa: sono stati creati  dei box posteggi; molto utili, per carità! Ma si consigliava di usare dello spazio in piazza santa Maria, tra l’altro da sempre abbandonata e dove hanno costruito un vespasiano che non è funzionante e che, così com’è, è un impaccio ed è una raccolta di persone amanti del buio.

E’ una piazza – “cementaio”,  dove gli spazi verdi ( tanti discussi oggi) sono stati preferiti – per l’appunto- ad una colata di cemento.

In ultima battuta, altre due sintetiche evidenze; la prima : non capiamo perché quel tugurio sulla centralissima piazza santa Maria sia stato prescelto quale monumento: a chi e per cosa ? anche per tale incongruenza ed abbandono si paventano gravissimi rischi, anche mortali. Eppure di segnalazioni, da parte nostra, ne sono state fatte a josa.

La seconda è il buio notturno, abbastanza pericoloso, che domina sia su piazza Mazzini che su piazza santa Maria.

Facendo la somma del tutto, in una siffatta moria molti esercizi pubblici sono a rischio chiusura. Sarebbe un evento dalla gravissima portata, che vogliamo ancora una volta scongiurare.

Ma si deve fare presto e concretamente.