Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Perde con il Villa San Giovanni la Ferpi

,
599 0

Fer. Pi. BANCA MEDIOLANUM – VOLLEY CENIDE VILLA S. GIOVANNI 1 – 3 ( 13/25 23/25 25/14 13/25 )

Arbitro: Morello Elena

Fer. Pi. BANCA MEDIOLANUM: 2 Barberino V., 4 De Vito C., 5 Caputo D., 6 Medici R., 7 Saturno L., 8 Perri I., 9 (libero) Torcasio T., 12 Fazio S., 20 Talarico C. – Allenatore: Giovanna Mazza

VOLLEY CENIDE: 1 Ripepi G., 2 Paduano D., 3 Vadalà P., 7 Fortugno M., 8 Nucera J., 9 Battaglia R., 12 Donato V., 17 Battaglia A., 18 Anamiati M., 14 (libero) Barillà A. – Allenatore: Battaglia Rocco

Il turno infrasettimanale non porta bene alla Fer. Pi. Banca Mediolanum che la vede perdente per 3/1 con la Volley Cenide di Villa S. Giovanni nella seconda partita dei play out. Eppure c’erano tutte le premesse, visto il primo incontro com’era stato giocato da Saturno e compagne, per ottenere in casa la vittoria e pareggiare i conti e poter andare alla partita di spareggio. Ma nel complesso dell’incontro, disputato al palazzetto di Pianopoli, chi ha creduto di ottenere un risultato positivo da questo confronto è stata la squadra ospite vista la prova altalenante delle ferpine; infatti concedono un set intero (il primo) prima di entrare nel clima partita da dentro o fuori.

Nel secondo set Saturno e compagne decidono che non possono essere quelle del primo set e ribattono punto su punto alle avversarie ed il set va avanti nell’equilibrio totale dove nessuna delle due squadre riesce a distanziare l’avversario, ma ci pensa l’arbitro, sul punteggio di 23/22 per le ferpine, con due decisioni alquanto discutibili a decidere le sorti del set.

Il terzo set vede Saturno e compagne entrare in campo con la giusta determinazione per mettere in difficoltà le avversarie e sembra che Vadalà e compagne abbiano perso la sicurezza nelle giocate, infatti non entrano in partita per le ottime giocate delle avversarie.

Nel quarto set succede quello che non ti aspetti e cioè Saturno e compagne ritornano quella squadra distratta e priva di reazione vista nel primo set e da fuori si vede una squadra rassegnata ed incapace a reagire alle avversarie che hanno vita facile e chiudono il set 25/13.

Ancora una volta dobbiamo registrare una prova a due fasi della Fer. Pi. Banca Mediolanum, dove nel primo e quarto set sembra una squadra che non crede nelle proprie potenzialità e che non mette in atto, non solo i suggerimenti che vengono dalla panchina, ma soprattutto il lavoro svolto in palestra durante la settimana dove il tutto viene proiettato alla partita con i giusti accorgimenti. Quando riescono ad essere concentrate e determinate ecco che si vede un’atra squadra, quella del secondo e terzo set, dove tutto sembra facile da realizzare e le avversarie quasi che non sono capaci a controbattere le giocate.

A termine dell’incontro il mister Mazza, contrariata per il risultato dell’incontro, afferma:

Siamo sempre alle solite dove in palestra proviamo e riproviamo come affrontare le avversarie e poi arriviamo in partita e non mettiamo in atto il lavoro svolto, eppure con dati alla mano e con gli schemi provati

Giovanna Mazza

Giovanna Mazza

posso assicurare che se avessimo mantenuto le giuste posizioni in campo con gli adeguati spostamenti la squadra avversaria non sarebbe uscita a testa alta dal palazzetto. Purtroppo così non è stato visto come abbiamo affrontato il primo e quarto set, perché quando abbiamo trovato la concentrazione e le motivazioni giuste siamo riusciti a fornire un’ottima prova ed abbiamo messo in difficoltà le avversarie.Sicuramente la squadra del Volley Cenide ha delle ottime individualità ed una buona reattività nel non fare cadere palloni a terra, ma siamo stati noi a farla sembrare una squadra di un altro pianeta, perché alla fine si poteva ottenere un risultato positivo in questo doppio confronto anche perché chi ha assistito agli incontri si è potuto rendere conto che se riusciamo a trovare quella determinazione e cattiveria sportiva che ci contraddistingue non ce ne per nessuno.