Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Pinocchio in versione originale per gli alunni della Pitagora

776 0

“ Per far Pinocchio ci vuole” questo è il titolo di quanto andato in scena nella mattina dell’11 giugno 2014 nel Parco giochi “F. Bevilacqua” di Lamezia Terme,  alla presenza di un folto pubblico di genitori, nonni, alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo Perri Pitagora.

I bambini e le bambine delle classi II E e III F hanno reinterpretato in modo originale ed attuale la famosa fiaba inserendo nella trama momenti di pratica dello shiatsu, performance musicale e riflessioni personali. Il modulo “Crescere insieme  1 e 2” ha previsto un impegno globale sia da parte del team dei docenti che degli esperti dei laboratori di psicologia, teatro, shiatsu e musica; in itinere è il laboratorio di arte. Sono stati coinvolti nel percorso anche i genitori dei bambini e delle bambine interessati al Progetto dal significativo titolo “Legami per crescere”,

Destinato ai minori a rischio dispersione scolastica nell’arco dell’anno scolastico  2013 – 2014, l’iniziativa si inserisce nell’ambito dell’attuazione del “Piano di Azione Coesione per il miglioramento dei servizi pubblici collettivi al Sud” promosso  dal Ministero della Coesione territoriale, dalla Commissione Europea, in stretta sinergia fra il MIUR, le Regioni dell’Obiettivo Convergenza (Calabria, Campania, Puglia e Sicilia) e le Amministrazioni capofila a livello Nazionale come il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero del Lavoro ed il Ministero dell’Economia.   Nel progetto è stata realizzata la collaborazione di un partenariato territoriale di rete con l’Istituto Compensivo Perri – Pitagora quale scuola capofila, due istituti scolastici ( IC Manzoni Augruso e Liceo classico F. Fiorentino), soggetti del privato sociale (fra le quali citiamo il CLES-Onlus, l’ AMA Calabria, Alef Arte).

Gli esperti del CLES hanno attivato percorsi di psicologia (Anna Fazzari), di shiatsu(Renato Zaffina) e teatro(Achille Iera) al fine di  sviluppare linguaggi e comportamenti fondati sul valore della persona umana, sulla valorizzazione delle capacità personali, di autonomia e di autenticità, dell’autostima, del senso di appartenenza, per promuovere la creatività, la progettualità, lo spirito di iniziativa e la capacità critica. Nella pratica dei laboratori,che hanno lavorato in sinergia, tutti sono stati unici e diversi l’uno dall’altro in un costante atteggiamento di riflessione su di sé e sugli altri sia essi coetanei che adulti e si è lavorato insieme per suscitare in ciascuno un atteggiamento attivo, motivante e valutante, unito al piacere della scoperta e dello stupore per costruire insieme un ambiente che permetta di adattarsi a situazioni nuove ed alle differenze che la vita  presenta.

Tutti  sono stati in gioco, tutti in movimento, tutti attori e protagonisti,  per pensare “altrimenti” e per “praticare la comunicazione ecologica” in un contesto di crescita e coesione, come in una sinfonia dove il singolo strumento è capace di suonare da solista ma anche in modo corale con strumenti differenti e di stare in silenzio per dare voce e suono agli altri nella magia dello stupore e della meraviglia della musica creata dal piacere di stare insieme.