Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Platania, celebrata la festa di Santa Lucia

Don Pino Latelli, la Porta Santa è aperta a tutti
,
464 0

I temi più importanti della Bolla d’indizione del Giubileo straordinario della Misericordia, “Misericordiae Vultus”, aperto prima a Bangui e ufficialmente a Roma l’8 dicembre da Papa Francesco, sono stati quest’anno oggetto di riflessione del triduo di predicazione in preparazione alla festa di Santa Lucia, la giovane martire siracusana il cui culto, da tempo immemorabile, è seguito dalla parrocchia San Michele Arcangelo di Platania (Cz). Infatti il parroco don Pino Latelli, in sinergia con il consiglio pastorale parrocchiale, ha predisposto un programma di catechesi il cui punto essenziale è stato proprio la “La Misericordia del Padre”. «La festa di Santa Lucia, che è caduta proprio il giorno dell’apertura della “Porta della Misericordia” della Cattedrale di Lamezia Terme, vuole essere quest’anno uno squarcio di luce e speranza per tutta l’umanità che vive un momento particolarmente buio e incerto della sua lunga storia». Lo ha detto il parroco Don Pino Latelli, in una chiesa gremita di fedeli, durante l’omelia nel corso della celebrazione della solenne Santa Messa festiva. «La Porta Santa, come tante volte ha sottolineato Papa Francesco – ha aggiunto il parroco – è aperta a tutti, anche a coloro che non credono, a tanti che ormai non sognano nessuna porta se non quella del piacere, dei vizi e della felicità a basso prezzo. Bisogna gridare a tutto il mondo che al di là di quella Porta c’è la salvezza, la vera gioia e l’amore di un Padre che desidera abbracciare tutti con la sua misericordia. Mi rivolgo, dunque, soprattutto a voi giovani – ha concluso don Pino con accento paterno e accorato – non abbiate paura di varcare quella Porta Santa accogliendo l’invito alla conversione: resterete sorpresi dalla tenerezza e dalla misericordia di Dio che fa entrare voi, che siete la bellezza, il presente e il futuro della Calabria, nella vita vera e in “cieli nuovi e terra nuova”». I festeggiamenti si sono conclusi con la processione della sacra Effige di Santa Lucia illuminata dalle fiaccole dei fedeli e con la distribuzione ai partecipanti dei “pani di Santa Lucia”.