Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Primarie csx, Sel ricorda a Grandinetti che abbiamo firmato tutti per 1 Euro

Con le sue esternazioni è venuto meno allo spirito di coalizione
,
649 2

Le recenti uscite pubbliche del candidato ( alle primarie) Grandinetti meritano una riflessione attenta e fuori dalle diplomazie, visto che di queste c’è chi dimostra di infischiarsene.

Lo scrive Sel Lamezia in un articolato comunicato stampa.

Grandinetti finge di non sapere che la scelta di far versare la quota di un euro ad ogni elettore per sostenere i costi organizzativi delle primarie del centrosinistra è stata condivisa da tutto il ‘tavolo’ del centrosinistra nonchè messa nero su bianco nel regolamento  che tutti abbiamo sottoscritto, Grandinetti compreso.

Grandinetti sa bene, perché era presente alle riunioni, che Sel è sempre pd selstata fortemente favorevole a non far pagare nulla agli elettori, ma nonostante ciò, con spirito di leale condivisione politica con le altre forze, ha accettato e firmato il regolamento delle primarie che diceva altro, adeguandosi senza agitare polemiche pubbliche strumentali, né su l’euro né su altre importanti questioni.
Farebbe bene Grandinetti  a ripassare il regolamento che anche lui ha sottoscritto nel quale, tra le altre cose, si invitano i candidati alle primarie ad attuare una campagna elettorale all’insegna della sobrietà e della lealtà. Con le sue esternazioni Grandinetti é venuto meno allo spirito di coalizione e al regolamento: se egli si dovesse ripetere in altre scorrettezze del genere, è evidente che  sussisterebbero elementi per escludere la sua candidatura dalla partecipazione alle primarie del 22 marzo.

Rimane in ogni caso la gravità del fatto: agitare in maniera bandiera_SELpropagandistica le ragioni della crisi economica e della gente che non arriva a fine mese è pura demagogia, e bene ha fatto qualcuno a farglielo notare. Vìola i principi di correttezza e lealtà durante la campagna elettorale che tutti insieme abbiamo sottoscritto.

Se il buongiorno si vede dal mattino, c’è più di una preoccupazione e perplessità per le modalità con cui Grandinetti si approccia alla campagna elettorale: i segnali, infatti, che vengono dai social network, le espressioni di solidarietà da parte di quest’ultimo ad esponenti del centrodestra e un nemmeno tanto nascosto “feeling” preelettorale sempre sul web con figure, e figuri, appartenenti a quell’area politica, sollevano più di un dubbio e qualche fondato sospetto sul futuro.

Infine, a proposito dell’euro, è bene chiarire che delle due l’una:

o chi partecipa alle primarie lo fa per passione civile, perché ha a cuore il bene della città e quindi decide di scegliere con le primarie il candidato giusto, quello più bravo, più adatto, più competente secondo lui, a cimentarsi nelle elezioni, e quindi non si farà tanti problemi a versare un singolo euro per questa bella esperienza di democrazia diretta (così come non se ne sono fatti i 4000 che votarono alle primarie per Prodi pagando due euro, o quelli che votarono nel 2012 registrandosi giorni prima e pagando anche lì un contributo);

oppure alcuni degli elettori a cui, e di cui, parla Grandinetti francesco-grandinetti_2intendono la loro partecipazione alle primarie come un favore da fare a qualcuno, un ‘piacere’, un servigio, ragion per cui se già si fa il ‘favore’ di votare, perché mai, ci si chiede, si deve pure pagare un euro? Con tali premesse non ci pare che si possa avere a cuore il bene del centrosinistra lametino, né essere portatori di istanze di sentimento civile o di passione politica.

Noi siamo certi che gli elettori di Grandinetti, quelli veri, sono motivati da autentica e sincera passione e non si porranno il problema di contribuire con un euro ad organizzare una bella prova di democrazia.

 

 

  • vincenzo de fazio

    peccato che SEL faccia queste precisazioni ad un suo alleato…e poi cosa avrebbe detto di tanto grave per meritare una eventuale esclusione?….è tanto bravo e carino Grandinetti……anzi l’ING. GRANDINETTI …..su viaaaaa

  • e se le fanno tra di loro le primarie, la gente non va a votare, figuriamoci a pagare