Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Progetto “Handi Art”: i risultati e le riflessioni

L’importanza anche del “Mercatino della Solidarietà” in questo servizio a firma Maria Graziella Cantafio
830 0

Presso il Palazzo Panariti, lunedì 28 luglio 2014, sono stati pubblicamente presentati i risultati del Progetto HANDI_ART che si inserisce in una attività d’integrazione e di aggregazione sociale di giovani con disabilità medio-grave attraverso l’esperienza creativa.

Nell’occasione è stata allestita una mostra con le ceramiche realizzate dai giovani diversamente abili, sotto la guida di M. Graziella Cantafio, durante i laboratori didattici programmati annualmente dall’Associazione Culturale Aleph Arte. L’esperienza è stata anche documentata da una interessante pubblicazione corredata da testi e immagini a colori, che  in maniera efficace potrà divulgare il modello d’integrazione sperimentato.

Oltre al numeroso pubblico di visitatori, sono stati presenti i ragazzi, autori delle ceramiche, insieme alle loro famiglie, gli esperti e gli operatori coinvolti nel progetto, il Sindaco Gianni Speranza e l’Assessore Rosario Piccioni.

Il Mercatino della Solidarietà a sostegno dei soggetti disabili, è stato gestito dalla Ceramica ConCreta di Graziella Cantafio ed è stato svolto nell’ambito del Progetto Integrato di Sviluppo Urbano della Città di Lamezia Terme “Cittadella dell’Altra Economia” – POR CALABRIA FESR 2007 – 2013 – suggerendo che accanto a un tipo di economia ALTRA  si può inserire a pieno titolo una ALTRA abilità. Il Mercatino della Solidarietà è stato realizzato, perciò, in sintonia con le finalità della Cittadella dell’Altra Economia, in quanto entrambe non perseguono il profitto e la crescita a ogni costo, ma mettono al centro l’individuo e l’ambiente. All’interno di questo circuito alternativo di scambio, sostenuto da una cultura della solidarietà, la diversità ha assunto una valenza altamente creativa.

L’attività si è concretizzata attraverso i cosiddetti Mercatini della Solidarietà, con incontri periodicisvolti daMaggio 2013 ad Aprile 2014,presso il Mercato Coperto di Piazza Botticelli in Lamezia Terme.

L’organizzazione logistica è stata curata dall’Associazione Aleph Arte con la partecipazione attiva dei genitori dei ragazzi diversamente abili insieme agli operatori culturali.

Il Mercatino ha creato una vetrina per promuovere e presentare al vasto pubblico le iniziative che da tempo la Ceramica ConCreta realizza a sostegno dei ragazzi diversamente abili. La finalità principale è stata quella di dare una risposta reale alle forme di emarginazione, mettendo in risalto le capacità creative dei soggetti coinvolti.

Nello specifico, l’esperienza ha saputo valorizzare i ragazzi diversamente abili inserendoli all’interno di un circuito di produzione solidale che sia creativo, al tempo stesso, per superare il senso di disagio, favorendo l’inclusione sociale e le pari opportunità. Il contatto con l’utenza dei Mercatini ha aiutato i soggetti a migliorare le proprie capacità e ha dato loro la possibilità di costruire rapporti sociali equi, positivi e costruttivi con la società.

La necessità, la spinta motivazionale e il deciso sostegno delle famiglie coinvolte si è, dunque, positivamente coniugata con la cultura della solidarietà e la pratica artistica che da sempre contraddistingue la nostra esperienza. L’osservazione obiettiva della “esperienza in situazione”, giunta ormai al terzo anno, dimostra la possibilità di costruire interventi su percorsi individualizzati di “occupazione di parte del proprio tempo-vita” svolgendo attività artistiche finalizzate a costruire oggetti significativi e di qualità, esteticamente riconoscibili, godibili dagli stessi autori e dagli altri. Tutto ruota attorno alle frasi “Questo è stato costruito da noi per voi”, “Oggi abbiamo plasmato e abbiamo dipinto, e poi abbiamo infornato”. Il prossimo passo è: “Oggi abbiamo venduto e  ricavato dei soldi”, “Con i soldi compreremo le materie prime”. Il progetto HANDI_ART, all’interno di una filosofia dei “piccoli passi possibili” è specificamente finalizzato alla ricerca di nicchie di mercato, premessa indispensabile per un ulteriore passaggio verso la formazione di una piccola cooperativa di tipo B.