Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

Progetto Sprar “Due soli”: ecco come stanno veramente le cose!

Nota del comune di Lamezia Terme sul discussiono progetto Sprar
802 0

Il Comune di Lamezia Terme ha ottenuto, partecipando ad un bando pubblico per il triennio 2014-2016, un finanziamento annuale di 295.100,00 euro da parte del ministero dell’Interno per la realizzazione del progetto Sprar “Due soli”.

L’Amministrazione comunale, in qualità di soggetto capofila, gestisce, insieme ad associazioni e cooperative sociali presenti sul territorio lametino, il progetto che rientra nel Sistema di protezione per i richiedenti asilo e rifugiati (Sprar), costituito dalla rete degli enti locali che realizzano progetti di accoglienza integrata, grazie all’accesso al Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell’asilo, che attualmente accoglie circa 20.000 richiedenti o titolari di protezione internazionale ed i loro familiari, nonché gli stranieri ed i loro familiari beneficiari di protezione umanitaria.
Il Comune partecipa al progetto, il cui costo complessivo annuo è di 369 mila euro, di cui 295.100 euro a carico del fondo ministeriale e 73.900 euro a carico di un cofinanziamento pubblico-privato. Di quest’ultimo cofinanziamento solo 21.732 euro (il 5,9% del costo totale del progetto) sono a carico del Comune.

Il resto del cofinanziamento comunale “in natura” prevede:

  1. valorizzazione del fitto virtuale degli immobili (beni confiscati alla mafia) per 21 mila euro;
  2. valorizzazione dell’attività a supporto del progetto da parte del personale comunale per 15 mila euro;
  3. valorizzazione del canone di utilizzo della piscina comunale per mille euro.

Il resto del cofinanziamento (circa 15 mila euro) è apportato da soggetti privati o pubblici che aderiscono al progetto in qualità di partner.

Il Comune si è avvalso fin dal 2009 della collaborazione per la comune progettazione, l’organizzazione e la gestione del progetto, tramite convenzione, di un’Ats (Associazione temporanea di scopo) composta da 6 realtà tra associazioni e cooperative sociali del territorio. Dal 2009 ad oggi il progetto Sprar di Lamezia Terme ha potuto beneficiare inoltre delle attività di volontariato e del servizio civile.
Ad oggi sono stati sottoscritti oltre 15 protocolli con fornitori di prodotti e servizi, agenzie di mediazione culturale, associazioni di volontariato, culturali e sportive.
Inoltre sono stati impiegate circa 30 persone, tra operatori sociali e mediatori: 13 impiegati stabilmente e 16 parzialmente (i costi del personale sono circa 163 mila euro, quindi i 21.732 euro generano un’evidente ricaduta occupazionale sul territorio).