Notizie, cronaca, sport, eventi della Città di Lamezia Terme

Cittadino Agricoltura

PSC Lamezia, una verità scomoda

,
510 0

Cari amici, per ragioni impreviste mi sono imbattuto nel Piano Strutturale di Firenze, e dando una scorsa generale alla voluminosa produzione informatica, sono rimasto senza parole, per la qualità e l’efficienza del lavoro svolto.

Innanzitutto si capisce subito che ciò che viene mostrato è un PS e non l’ormai vetusto e archiviato PRG. Una serie di tavole chiare, tanto da essere comprese anche da un bambino, in esse si leggono le vocazioni dei territori in maniera semplice ed immediata, per qualsiasi punto del territorio comunale, semplicemente agendo sul maus si può ingrandire l’immagine passando dal colore pastello della zonizzazione, fino ad arrivare al dettaglio del marciapiede o dell’edificio che si vuole conoscere. Tale capacità d’ indagine è estesa a tutte le fattispecie che si devono analizzare di un territorio, ambiente, vincoli, geologia, centro storico, tessuto esistente, da riqualificare e da ristrutturare, corridoi ecologici e così via.

Confrontando tale lavoro con quanto si è fatto a Lamezia mi sono vergognato, mi sono reso conto di cosa significa vivere in una realtà arretrata, dove evidentemente la fa da padrone non solo la povertà economica, ma la ragione vera è l’assenza di cultura. I territori poveri come il nostro, vengono devastati da orde di barbari, sicuri di non trovare nessuna resistenza, o magari accolti come salvatori della Patria.

Come è triste constatare di abitare in fondo ad uno stivale che ti obbliga alla lontananza da qualsiasi centro culturale, dove il confronto e lo scontro sono arricchimento e non semplicemente incrementare la pletore dei nemici.

La grande differenza che c’è tra oggi e ieri nel mondo è la velocità dell’informazione, ieri eri ignorante e non lo sapevi, oggi le informazioni ti investono senza nemmeno cercarle, e ti chiariscono quanto sei indietro, quanto sei fesso.

Cosa dire ai pochi che vogliono approvare questo PSC senza nemmeno tentare di convincere i più, e cosa dire ai più che tacciono il loro disaccordo, ignorando che così si cristallizza la nostra inferiorità culturale, e lo stivale diventa sempre più lungo.

Lo sviluppo tanto ricercato, quello vero e duraturo, passa attraverso la cultura, se non c’è prima un arricchimento culturale non si può creare sviluppo ed economia, con questo PSC certifichiamo la nostra ignoranza, e se qualcuno ritiene che io dica sciocchezze, sono sempre disponibile ad un confronto pubblico, non con le mezze calzette messe in cattedra,  non voglio vincere facile.

 

Ingegnere Pasquale Materazzo, già sindaco di Lamezia